menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100108062550_schiaccianoci1

20100108062550_schiaccianoci1

Il Gesualdo apre le danze del nuovo anno con 'Lo Schiaccianoci'

Avellino - Il Teatro "Carlo Gesualdo" apre le danze del nuovo anno con una favola intramontabile. La compagnia "La Classique", diretta da Elik Melikov, ritorna al Gesualdo di Avellino, con un classico del balletto della migliore tradizione russa...

Il Teatro "Carlo Gesualdo" apre le danze del nuovo anno con una favola intramontabile. La compagnia "La Classique", diretta da Elik Melikov, ritorna al Gesualdo di Avellino, con un classico del balletto della migliore tradizione russa, "Lo Schiaccianoci".
Sabato 9 gennaio, alle 21, e in replica domenica 10 gennaio, alle 18,30, di scena la grande danza, senza tempo, del balletto russo. In scena al Massimo di Avellino un balletto di grande fascino, che prende vita da scenografie curate nel minimo dettaglio e da costumi magistrali, cuciti con rigore e rispetto di una tradizione antica, per vestire un corpo di ballod'eccezione, Il Balletto di Mosca La Classique.La compagnia diretta da Elik Melikov ritorna al Gesualdo per la gioia degli appassionati 'ballettofili' e degli incalliti 'ballettomani' con un classico del grande repertorio moscovita. Prodotto da "Arteatro" e distribuito da "L'Agenzia della Danza", il corpo di ballo porterà in scena Lo Schiaccianoci.
Il corpo di ballo, impreziosito dalle splendide coreografie sulle musiche ciaikovskijane, sarà accompagnato dall'orchestra del Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino dal vivo, diretta dal maestro Stefano Bartolucci.

Gli artisti, tutti di rigorosa formazione accademica trasporteranno gli spettatori in un atmosfera fatta di magia e sogni, grazie a una fiaba di Hoffman animata dalla musica di Ciajkovskij e dalle coreografie di Petipa. Ancora voglia di forti emozioni danzate al teatro Gesualdo, a conferma di come il teatro irpino sia sempre più tappa immancabile delle grandi compagnie internazionali del balletto classico. Uno spazio culturale fortemente vocato alla danza e alle grandi produzioni, capace di restituire intatto al pubblico il fascino senza tempo del balletto classico. Una nuova conferma premiata dall'incredibile successo di pubblico e critica che, stagione dopo stagione, hanno assicurato, negli anni, al Gesualdo un posto al sole tra i primi teatri- danza di tutta Italia. E, per l'occasione, la suggestiva esibizione dell'imponente ensemblee del conservatorio Cimarosa di Avellino, che accompagnerà la danza eterna del balletto russo. Una nuova preziosa sinergia tra le due istituzioni culturali a conferma del prestigio delle professionalità artistiche che animano e arricchiscono l'Irpinia e del ruolo di promozione territoriale che il teatro Gesualdo, anno dopo anno, ha saputo assicurare all'intera regione.Il Balletto di Mosca La Classique , fondato nel 1990 sotto l'égida e con il riconoscimento del Dipartimento della Cultura della Città di Mosca - Moskoncert da Nadejda Pavlova e Elik Melikov e presente in Italia dal '91, è un organico formato da una cinquantina di elementi provenienti da blasonate strutture come il Bolshoi di Mosca, il Kirov di San PietroBurgo, i Ballets Theatres di Kiev e Odessa, e ha in repertorio tutti i grandi titoli.La compagnia, figlia della "grande madre Russia", si pone come un baluardo della secolare tradizione della danse d'école ma, grazie al coreografo Alexander Vorotnikov, la libera dai ridondanti e obsoleti "manierismi" per riproporla rinnovata e adatta al pubblico odierno che, se ama la tradizione, nel contempo predilige mises en scène più agili e moderne.
Una predilezione perfettamente compresa da Elik Melikov, imprenditore e uomo di teatro che nel '90, dando i natali al Balletto di Mosca La Classique , ha iniziato e proseguito con successo la carriera di direttore artistico.La musica sognante e fantasiosa di Ciaikovskij racconta della vigilia di Natale che il borgomastro di Norimberga decide di festeggiare attorno all'albero con la moglie e i due figli, Clara e Fritz. Drosselmeyer, un misterioso personaggio, tra numeri di magia e atmosfere oniriche, regala a Clara uno schiaccianoci di legno a forma di soldatino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento