menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20081215171721_reggia-caserta-2

20081215171721_reggia-caserta-2

Reggia di Caserta: cresce del 14,4% il turismo a Capodanno

Caserta - Nei giorni di Capodanno compresi tra il 31 dicembre e il 2 gennaio i musei e i siti archeologici statali, molti dei quali aperti anche il 1 gennaio, hanno registrato, in base ai dati finora pervenuti, un incremento del 12,26% di ingressi...

Nei giorni di Capodanno compresi tra il 31 dicembre e il 2 gennaio i musei e i siti archeologici statali, molti dei quali aperti anche il 1 gennaio, hanno registrato, in base ai dati finora pervenuti, un incremento del 12,26% di ingressi, con un totale parziale di 185.844 visitatori nel 2010 rispetto ai 165.543 del 2009.
Di grande rilievo risulta il dato del Colosseo, che nel solo giorno di Capodanno in cui è stato aperto eccezionalmente fino alle 14:00 ha avuto 4.823 visitatori, quasi mille in più del giorno di Natale. L'intero circuito archeologico, che ha visto aperti anche il Foro Romano e il Palatino nei giorni di San Silvestro e 2 gennaio, ha registrato 34.811 ingressi, con una crescita del 29,42% rispetto all'anno scorso, quando vi furono 26.898 visitatori.

Importante anche il risultato della Reggia di Caserta, che con 5.718 visitatori nei 3 giorni cresce quasi del 14,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, con 926 ingressi nel solo giorno di Capodanno. Premiata anche la scelta di mantenere aperta il 1° gennaio l'area archeologica di Villa Adriana a Tivoli, che nei tre giorni ha avuto 1.805 visitatori, il 23,7% in più rispetto all'anno scorso. I musei di Capodimonte e di Palazzo Reale a Napoli, aperti anch'essi il 1° gennaio, con 1.297 ingressi il primo e 913 ingressi il secondo hanno avuto una crescita rispettivamente del 41,8% e del 94,1%Significativi anche i dati provenienti a Roma dal Museo e Galleria Borghese, che con 3.889 visitatori cresce dell'8,51% rispetto al 2008, e dal Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, con 8.211 ingressi e un aumento del 69,4% rispetto all'anno scorso, a Milano dalla Pinacoteca di Brera, che ha avuto 2.198 visitatori ossia il 32,7% in più rispetto al 2008, e dal Cenacolo Vinciano, con 2.178 ingressi e una crescita del 2,9%, a Torino dal Museo delle Antichità Egizie, che con 9.673 visitatori registra un aumento del 10,4%, a Firenze dalle Gallerie degli Uffizi, con una crescita del 6,7% di pubblico che porta a 13.389 i visitatori quest'anno, e a Venezia dalle Gallerie dell'Accademia, visitate da 3.282 persone, il 19% in più rispetto all'anno scorso, tutti musei chiusi però nel giorno di Capodanno.
"Questo successo - ha dichiarato il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Sandro Bondi - conferma quanto nel nostro Paese sia forte il desiderio di cultura. Tra Natale e Capodanno, grazie all'encomiabile impegno di tutto il personale del Ministero, molti cittadini e turisti sono tornati ad affollare i musei e i siti archeologici statali, un primo, importante frutto delle nuove politiche di questo Governo nella valorizzazione del patrimonio culturale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento