menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estate 2010: Iniziative per la riscoperta del patrimonio culturele Atellano

Orta di Atella - Grazie alla ferma volontà e deciso impegno posto in essere dalla terna commissariale, nella reg- genza, pur temporale, dell'UNIONE DEI COMUNI ATELLA, sono stati trasmessi alla Regione Campania, per il collegato finanziamento...

Grazie alla ferma volontà e deciso impegno posto in essere dalla terna commissariale, nella reg- genza, pur temporale, dell'UNIONE DEI COMUNI ATELLA, sono stati trasmessi alla Regione Campania, per il collegato finanziamento, alcuni progetti "di chiara marca e finalità culturali", d' interesse sovracomunale. Prezioso, in tal senso, l'appoggio concreto delle singole Amministrazioni comunali atellane, impegnatesi tutte - ancorché direttamente coinvolte ed interessate alle iniziative e manifestazioni derivanti dalla pratica realizzazione dei progetti (teatro, convegni, spetta- coli e performances di vario genere, anche nelle piazze) - ad assicurare il debito sostegno ad ogni livello, nonostante le ben note difficoltà attuali di Bilancio, sia dell'Unione che dei Comuni.

Tali progetti - a partire da quello per il restauro del convento francescano di san Donato, destinato ad uso di Centro Culturale collegato con il Parco Archeologico di Atella - sono il segno di una di-versa e più chiara politica, di impegnato riferimento culturale, in questo caso, e da avviarsi sul territorio atellano per la sua valorizzazione e per un suo effettivo rilancio turistico/economico .
In tale ottica, in più, s'inserisce anche il Parco urbano per la salvaguardia del patrimonio archeolo- gico/agricolo/ambientale/demoantropologico, denominato il CUORE VERDE DI ATELLA. Questo è un progetto consistente nella realizzazione del "sottoSistema Atellano" approvato dall'Unione Atella ed incluso negli Accordi di Reciprocità del Sistema Aversano ( STSE4 ), recentemente sotto- scritti da tutti i Comuni componenti. La necessità, allora, di concretizzare una Politica pro territorio, ha visto la terna dei Commissari - attualmente al Comune di Orta ed alla Presidenza dell'UNIONE ATELLA - porre in stretta correlazione una fattiva operatività istituzionale alla filosofia della "valorizzazione dei Beni Culturali Atellani". Pertanto, la stessa Istituzione sovracomunale atellana è convinta - com'è nella realtà lo sono le Associazioni locali impegnate ! - che non può più sfuggire a nessuna persona, responsabile e sensibile (soprattutto atellana!), la presenza sul territorio di una notevole quantità di testimonianze storiche ed artistiche, davvero interessanti e significative prima per le Comunità locali e le Scuole e, poi, per i turisti che vorranno venire (e/o si sapranno, appunto, cooptare con allettanti proposte culturali,di spettacoli e quant'altro, abbinate ai tanti contenitori d' arte del nostro territorio), a visitare e conoscere il "ricco patrimonio culturale" del territorio, consi- stente in : Museo Archeologico di Atella, affreschi del Convento francescano, dipinti e stucchi della chiesa cimiteriale di S.Arpino, le tele sei/settecentesche nelle chiese di Frattaminore,Orta,Succivo, Gricignano, Casale di Teverolaccio e Torre di Gricignano, castelli/palazzi di Casapuzzano, S.Arpi - no, Frattapiccola e Pomigliano, affreschi di Casapuzzano (dormitio virginis) e di Gricignano (Nun- ziatella), "Pala" di F.Curia nel S. Rosario di Orta, Romitorio di S.Canione, ecc..ecc?. Ebbene,in funzione della promozione maggiore di tanti beni culturali atellani ovvero per una cono- scenza e valorizzazione di essi più a vasto raggio, è stato redatto - secondo le indicazioni previste dal bando regionale e con l'ausilio degli architetti S. Di Leva e L.Maiello,di Elpidio Iorio e Andrea Russo - il progetto comprensivo di "Eventi e iniziative per la composizione dei percorsi tematici Le Quattro Stagioni" - ESTATE 2010 : la riscoperta del patrimonio culturale. Con delibera n°27 la Presidenza e la Giunta dell'Unione ATELLA hanno approvato il progetto in data 23.12.09, e il 28 dicembre esso è stato sollecitamente consegnato al Settore competente "Turismo e Beni culturali" della Regione. Le manifestazioni dovranno tenersi in tutti e sei i comuni dell'Unione nel periodo Aprile-Settembre 2010.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento