menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091229054045_Paganini

20091229054045_Paganini

7 giorni di performance nel segno del Ritorno al Barocco al Teatro Delle Arti

Salerno - Una sublime celebrazione dell'epoca in cui è fiorita l'arte della danza affidata, a distanza di quattro secoli, ai suoi più eccelsi ambasciatori contemporanei: la Grandeur della stagione barocca, periodo in cui nasce il codice coreico...

Una sublime celebrazione dell'epoca in cui è fiorita l'arte della danza affidata, a distanza di quattro secoli, ai suoi più eccelsi ambasciatori contemporanei: la Grandeur della stagione barocca, periodo in cui nasce il codice coreico, rivive in punta di piedi al Teatro Delle Arti di Salerno dove, dal 6 al 12 gennaio 2010, si svolgerà "Salerno Danza in Barocco - e non solo". L'evento è realizzato dal Comune di Salerno con il cofinanziamento dell'Unione Europea (POR CAMPANIA FESR 2007-2013 - obiettivo operativo 1.12) e rientra tra le iniziative del progetto multi-evento "Ritorno al Barocco" promosso dalla Regione Campania - Assessorato al Turismo. Il tempo di Luigi XIV, quando la danza diviene protagonista della vita di corte coinvolgendo dame e cavalieri, ed il Re Sole (appellativo che gli fu dato proprio in seguito alla sua prima e più nota esibizione nel Ballet royal de la Nuit, dove interpretò il ruolo del sole) ordina la creazione della prima Accademia di Danza, rivivrà nella "Grande Corte" del Teatro delle Arti dove, oltre ad avvicendarsi sul palcoscenico diverse stelle dello spettacolo, sarà proposto un tuffo nel passato aperto al pubblico per imparare le danze di Versailles.
L'iniziativa condurrà tutti in un vero e proprio viaggio nella storia dell'affermazione di quest'arte che nei due secoli del Barocco inizia a perfezionarsi fino a trasformarsi da diletto a vera e propria disciplina, con un suo linguaggio specifico, avviandola a diventare quel genere di spettacolo acclamato in tutto il mondo. Un percorso affidato ai migliori eredi di quel processo, come nel Gran Gala di apertura, che riunirà le stelle dei teatri italiani, da Milano a Palermo, da Firenze a Napoli, con ospiti d'eccezione come Anbeta Toromani e Michele Carfora, oltre ad un etoile del calibro di Luciana Savignano.
A seguire, in una creazione unica per l'evento il coreografo pugliese Fredy Franzutti esalterà i compositori dell'epoca da Paisiello a Mozart, mentre Raffaele Paganini ripercorrerà il suo regno incontrastato negli stili e la Compagnia moscovita classica per eccellenza regalerà la magnificenza che il percorso dell'arte della danza ha compiuto fino al Balletto romantico, proponendone la sua più famosa espressione.
Nel mezzo, un workshop pratico su "La danza a corte fra seicento e settecento" (a cura della Compagnia di Balletto Siena Danza diretta da Anastasia Sardo) e una Mostra di scatti del più autorevole fotografo del settore, Alessio Buccafusca, capaci di raccontare il viaggio che la danza ha fatto grazie al Re Sole e al Barocco.
Grandi appuntamenti nel segno della danza per un evento che arricchisce il panorama dell'offerta e dell'attrazione culturale della città di Salerno in queste settimane di grande ribalta nazionale ed internazionale grazie allo straordinario successo delle Luci d'Artista, gli applausi a scena aperta per le messe in scena al Teatro Municipale Giuseppe Verdi, le iniziative natalizie che valorizzano l'artigianato e l'enogastronomia di qualità, il Capodanno in piazza.
In linea con il progetto regionale da cui trae fondi e con la politica d'accoglienza intrapresa dal Comune di Salerno, gli spettacoli dell'evento saranno accessibili a costi ridotti; è inoltre possibile, per gli spettatori che vorranno soggiornare a Salerno, usufruire di un pacchetto turistico agevolato.
La direzione artistica è affidata a Pina Testa; l'evento si avvale inoltre del supporto tecnico-artistico di COS - Consorzio Operatori Spettacolo, CDTM - Circuito Campano della Danza e Baraonda Productions.

Info Utili
Tutti gli spettacoli saranno ospitati al Teatro Delle Arti - Via Pio XI, Salerno.
Tutte le performance andranno in scena alle ore 21 ad eccezione del Gala di apertura (ore 20) e della domenicale di Raffaele Paganini (ore 18.30).
Il costo del biglietto per ogni singolo spettacolo è di 10 euro. I biglietti sono disponibili presso il Botteghino del Teatro aperto tutti i giorni dalle 17 alle 21. La Mostra Fotografica, allestita presso il foyer del Teatro, sarà liberamente visitabile tutti i pomeriggi dalle ore 17 alle ore 21.
Il Workshop, aperto al pubblico su prenotazione, si svolgerà sempre in Teatro nei pomeriggi dal 7 al 10 gennaio. Le richieste di iscrizioni sono gradite via e-mail all'indirizzo segreteria@teatrodellearti.com.
Per informazioni e prenotazioni agli spettacoli:

Numero Verde 800 223366; Teatro Delle Arti 089 221807.
Per informazioni sul pacchetto turistico: 089 9551369.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento