menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091227082016_Presepe

20091227082016_Presepe

IV edizione del Presepe Vivente nel convento francescano

Marcianise - Innovativo nella sua tradizione. Potrebbe essere descritta così il presepe vivente, giunto alla sua quarta edizione e realizzato presso il convento francescano di San Pasquale (in piazza Buccini) dall'associazione "Uniti per…" , in...

Innovativo nella sua tradizione. Potrebbe essere descritta così il presepe vivente, giunto alla sua quarta edizione e realizzato presso il convento francescano di San Pasquale (in piazza Buccini) dall'associazione "Uniti per?" , in collaborazione con l'associazione "Arca di Noè" e la comunità di frati del locale monastero. Titolo della manifestazione di quest'anno è : "Veniva nel mondo la luce e il mondo non l'ha riconosciuta"
Il ciak di avvio è stato dato sabato 26 dicembre, ma repliche sono già previste per il 27 dicembre 2009 e per il 2, 3 e 6 gennaio 2010. Due le rappresentazioni previste in ognuno dei giorni indicati: rispettivamente alle 17:30 ed alle 19:30. L'ingresso è su via Marconi.
Suggestivo e caratteristico, tale presepe si differenzia da quelli comunemente presentati innanzitutto per la cospicua presenza di persone diversamente abili; ma anche per la strutturazione dell'evento in sé. Non si tratta infatti di una raffigurazione statica che ripropone la Betlemme della Natività, ma di un percorso animato che dall'Annunciazione a Maria arriva fino alla Nascita di Cristo, ripercorrendo tutta la storia di quei giorni.
Il visitatore viene accompagnato nel suo viaggio da un fascio di luce che, insieme con la dinamicità delle scene che si susseguono, come su un palcoscenico, conduce attraverso ogni rivolo del percorso che ha preceduto l'avvento dell'incarnazione di Gesù.

Entusiasta Giuseppe Del Bene, presidente di "Uniti per.." ha affermato: "Contando sull'immediatezza della scena, intendiamo veicolare un messaggio positivo per i convenuti, che vivendo questa esperienza si troveranno a partecipare ad un presepe realmente cristiano".
Sulla stessa lunghezza d'onda, è apparso padre Carlo, francescano del convento di San Pasquale: "Seguendo il percorso con gli animatori delle scene, le persone intervenute, quasi senza accorgersene, si troveranno a pregare e a riflettere. In questa maniera il messaggio cristiano potrà imprimersi in tutta la sua pienezza nelle persone in modo sì particolare, ma certamente efficace".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento