menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091226063034_UPCASERTABABBONATALE1

20091226063034_UPCASERTABABBONATALE1

Nellufficio postale di via del Redentore, bambini leggono lettere a Babbo Natale

Caserta - "Caro Babbo Natale, portami un martello per rompere il muro per poter accedere al Macrico, perché tutti i bambini di Caserta abbiano uno spazio per poter giocare all'aria aperta", questa una delle singolari richieste dei bambini della...

"Caro Babbo Natale, portami un martello per rompere il muro per poter accedere al Macrico, perché tutti i bambini di Caserta abbiano uno spazio per poter giocare all'aria aperta", questa una delle singolari richieste dei bambini della scuola elementare De Amicis di corso Giannone, fatte a Babbo Natale. I bambini hanno letto le loro letterine nell'ufficio postale di via Redentore, unico ufficio della Campania ad ospitare l'iniziativa. Ad accoglierli il direttore della filiale di Caserta, Donato Santone. "Come ormai da dieci anni, anche per queste festività Poste Italiane vuole dedicare ai più piccini un gesto di attenzione e di affetto raccogliendo le letterine destinate a Babbo Natale e facendo in modo che i bambini che ancora hanno voglia di sognare e di credere nelle fiabe ricevano dai "Postini di Babbo Natale" una risposta personalizzata" ha detto il dottor Santone. Le lettere scritte dai bambini, accompagnati dal dirigente scolastico Alfonso Marotta e dalla vicaria Angela Porfido, sono state consegnate all'ufficio postale. Sono "partite" insieme a tutte le altre, trovate nel circuito postale e destinate "a Babbo Natale", "alla Befana", "a Gesù Bambino" con indirizzi e destinazioni risultanti dalla fantasia tipica dei bambini: si va dal Polo Nord alla Via delle Costellazioni, dal Circolo Polare Artico alla Via Lattea, dalla Via del Cielo alla Via delle Nuvole o Via delle Renne. Desideri e speranze affidati a messaggi di carta che vengono recuperati, raccolti e letti dai "postini di Babbo Natale" di Poste Italiane, che ormai da molti anni si incaricano di recapitare migliaia di lettere (si stima che quest'anno ne arriveranno oltre 130mila) a Babbo Natale e di spedire poi ai bambini la risposta dell'anziano signore con la barba bianca, insieme a un piccolo regalo. Per il Natale 2009, Poste Italiane ha inoltre realizzato "Io ci credo che esisti", un libro che raccoglie le letterine spedite dai bambini negli ultimi anni. Il libro, in vendita negli uffici postali e su Internet, rientra tra i progetti di Responsabilità Sociale dell'Azienda e servirà ad aiutare "Amici dei Bambini" (Ai.Bi), l'organizzazione umanitaria che dal 1986 opera in Italia e in altri 26 Paesi per garantire il diritto dei bambini ad avere una famiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento