menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via Festival del Mediterraneo tra Napoli e Palermo

Napoli - Il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, e il presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, hanno siglato un accordo con per la realizzazione del "Festival...

Il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, e il presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, hanno siglato un accordo con per la realizzazione del "Festival delle Città del Mediterraneo" nell'arco del prossimo biennio 2010-2012.
La programmazione del festival e tutte le iniziative culturali, formative e sociali ad esso collegate si svolgerà prevalentemente tra Napoli e a Palermo, coinvolgendo inoltre le principali città dei Paesi delle sponde Nord e Sud del Mediterraneo (Marocco, Libano, Tunisia, Turchia, Spagna, Francia, Grecia, Egitto, Cipro, Siria), attraverso attività e manifestazioni rappresentative dei rispettivi sistemi produttivi, economici, culturali, artistici.

Questo il dettaglio delle iniziative che saranno messe in campo:
Partenariato: costituzione di reti di scambio tra città di paesi della sponda Sud e Nord del mediterraneo;Sviluppo: confronto tra sistemi produttivi e modalità e tipicità della produzione artigianale locale; promozione e valorizzazione dei reciproci sistemi agro-alimentari; iniziative di confronto riguardo all'innovazione e ai diversi campi dell'attività produttiva e dello sviluppo economico, con particolare attenzione alle politiche energetiche e ambientali;
Formazione: iniziative di scambio e confronto su metodologie e saperi appartenenti a diversi contesti;
Promozione turistica: attività di co-marketing e di integrazione dei flussi turistici, con particolare attenzione al potenziamento delle strutture d'accoglienza;Internazionalizzazione: creazione di occasioni di
relazione e di confronto internazionale tra imprese locali, attivando direttamente o incrementando i flussi di dialogo e interrelazione internazionale tra soggetti, istituzioni e sistemi città/Paese;
Comunicazione: diffusione nel bacino euro-mediterraneo delle iniziative realizzate. Promozione dei valori di collaborazione e cooperazione interregionale, internazionale e mediterranei di cui il progetto è portatore.
I soggetti attuatori del Festival saranno la Fondazione Campania dei Festival, già titolare del Festival nazionale del Teatro di Napoli, e il Museo d'arte contemporanea di Palermo "Riso". La dotazione finanziaria per lo start-up del progetto è di 6 milioni di euro. Il Ministero dello Sviluppo Economico parteciperà finanziariamente non appena saranno disponibili le risorse del FAS nazionale 2007/2013 e con eventuali economie della precedente programmazione. Le Regioni Campania e Sicilia, oltre alle altre amministrazioni interessate a far parte dell'iniziativa, co-finanzieranno le attività del Festival attraverso proprie risorse.
"La firma dell'accordo con le Regioni Campania e Sicilia", ha dichiarato il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, "rappresenta un'altra grande iniziativa di questo Governo per rendere il Sud dell'Italia capofila nella valorizzazione delle risorse artistiche, culturali e dei prodotti locali di tutti i paesi del Mediterraneo in una logica sinergica tra istituzioni nazionali e regionali, che potrebbe essere adottata a modello per altri settori e iniziative. La creazione di forti legami con i popoli che si affacciano sul Mediterraneo sarà inoltre la base di partenza per il raggiungimento dell'obiettivo molto più ambizioso di dare vita ad una politica mediterranea unitaria e condivisa".

"E' un accordo innovativo - ha dichiarato il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino - attraverso il quale auspichiamo di rafforzare i rapporti culturali e commerciali tra la Campania e la Sicilia, le altre regioni del Sud e le principali realtà del Mediterraneo. Il nostro obbiettivo - ha continuato Bassolino - è fare sistema puntando alla crescita reciproca e allo sviluppo comune. Attraverso la Fondazione Campania dei Festival e il Forum delle Culture siamo impegnati sul fronte della valorizzazione del Sud e dell'area mediterranea. Solo con politiche nazionali ed europee si può creare una nuova centralità del mare nostrum. La cultura è il vero ponte per la nascita di una stagione di sviluppo e collaborazione per l'Italia e per i paesi mediterranei" ha concluso Bassolino.
"Sono molto soddisfatto per l'intesa raggiunta. L'obbiettivo - ha dichiarato il presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo - è quello di portare in Sicilia le più importanti realtà espositive contemporanee che operano nel Mediterraneo, utilizzando la vivacità culturale della Sicilia e le esperienze maturate con successo da Riso, museo d'arte contemporanea della Sicilia, negli ultimi anni. Il Museo Riso infatti ha il compito di realizzare gli eventi programmati in Sicilia dal 2010 al 2012 e coinvolgerà nel progetto più di trenta sedi espositive in tutta la Sicilia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento