menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monsignor Schettino impartisce la cresima ai volontari della caserma Salomone

Capua - In occasione delle prossime festività natalizie, mercoledì 17 dicembre, con inizio alle ore 10.00, presso la Caserma "O. SALOMONE", S.E. Monsignor Bruno SCHETTINO, Arcivescovo Emerito di Capua, celebrerà la Santa Messa ed impartirà il...

In occasione delle prossime festività natalizie, mercoledì 17 dicembre, con inizio alle ore 10.00, presso la Caserma "O. SALOMONE", S.E. Monsignor Bruno SCHETTINO, Arcivescovo Emerito di Capua, celebrerà la Santa Messa ed impartirà il Sacramento della Cresima ad alcuni Volontari del Raggruppamento Unità Addestrative (RUA). I giovani cresimandi, appartenenti ai due Reggimenti Addestramento Volontari presenti all'interno della Caserma "SALOMONE": il 17° ed il 47°, sono giunti al Sacramento della "Confermazione" dopo aver seguito una preparazione spirituale mirata ed attenta, grazie all'opera preziosa del Cappellano Militare, Don Claudio RECCHIUTI, a cui è affidato il compito della cura spirituale dei militari. Presenzieranno, il Comandante del Raggruppamento Unità Addestrative, Generale di Brigata Attilio Claudio BORRECA, le Autorità cittadine, religiose, unitamente ai familiari dei cresimandi. Saranno, inoltre, presenti i Volontari del 4° blocco 2009, giunti a Capua il 9 dicembre scorso. Ma quale è il significato dell'amministrazione della Santa Cresima in una Caserma Militare? Il 19 novembre 2000, in occasione del Giubileo dei militari, Giovanni Paolo II nella sua omelia diceva rivolgendosi ai militari presenti a San Pietro: "Chi meglio di voi, carissimi militari, ragazzi e ragazze, può rendere testimonianza circa la violenza e le forze disgregatrici del male presenti nel mondo? Voi lottate ogni giorno contro di esse: siete infatti chiamati a difendere i deboli, a tutelare gli onesti, a favorire la pacifica convivenza dei popoli. A ciascuno di voi si addice il ruolo di sentinella, che guarda lontano per scongiurare il pericolo e promuovere dappertutto la giustizia e la pace". Questi valori trovano nel Soldato dell'Esercito un significato ancora più alto ed una convinzione fortemente radicata, che gli deriva proprio dalla particolare condizione ambientale in cui è chiamato ad operare. Al termine della celebrazione della S. Messa, il Comandante del Raggruppamento Unità Addestrative, Generale di Brigata Attilio Claudio BORRECA, porgerà gli auguri, per le prossime festività natalizie, a tutto il personale dipendente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento