menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091208064432_AnnalisaDurante

20091208064432_AnnalisaDurante

'Quattro - morire a 14 anni per errore, in ricordo di Annalisa Durante

Santa Maria Capua Vetere - Debutta, in anteprima nazionale, ai Teatri della Legalità della Campania "Quattro – Morire a 14 anni per errore", un testo di Mario Gelardi e Giuseppe Miale di Mauro che si ispira alla tragica vicenda della giovane...

Debutta, in anteprima nazionale, ai Teatri della Legalità della Campania "Quattro - Morire a 14 anni per errore", un testo di Mario Gelardi e Giuseppe Miale di Mauro che si ispira alla tragica vicenda della giovane Annalisa Durante, vittima innocente, nel 2004, del fuoco incrociato dei clan della camorra. Vincitore del Premio Ustica per il Teatro nel 2005, lo spettacolo debutterà mercoledì 9 dicembre, alle ore 20.30, al teatro Comunale di Laurino (Salerno) dove replicherà giovedì 10, alle ore 11.
Successivamente sarà in scena, per ulteriori rappresentazioni, venerdì 11 dicembre alla Casa Babylon di Pagani (Salerno), lunedì 14 al teatro Italia di Eboli (Salerno) e martedì 15 al teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), sempre alle ore 11 e ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti a sedere (consigliata la prenotazione).
Prodotto da Decimo Pianeta, per la regia di Giuseppe Miale Di Mauro, è interpretato da Daria D'Antonio, Luana Pantaleo, Ivan Castiglione e Francesco Di Leva, chiamati a restituire in scena, ed in forma poetica, una delle pagine più buie della storia recente della città di Napoli. Nello straripante rincorrersi di voci e rumori dei vicoli di Forcella, si snodano quattro storie, differenti solo in apparenza, tutte unite nel vivo e doloroso ricordo di quel fatale istante in cui una pallottola vagante troncò l'esistenza della giovane Annalisa.
La drammaturgia sintetizza l'azione nel proporre al pubblico l'emozione e lo sgomento di tante persone, presenti e variamente coinvolte nella tragica circostanza: la zia e l'insegnante di Annalisa, il medico che cerca di rianimarla dopo l'agguato, l'autista del "commando", complice del killer che, "per errore", porrà fine alla sua esistenza.

"Si tratta - sottolinea il regista Miale Di Mauro - di un allestimento sospeso tra cronaca, teatro e narrazione. Un testo crudele in cui si denuncia la totale perdita dell'innocenza di una città e della sua gente. Annalisa diviene il simbolo di tutte le vittime della violenza che ogni giorno sconvolge il quotidiano di tante, troppe, città. Siamo a Napoli, ma potremmo essere dovunque, nel Bronx o a Brasilia, a Torpignattara o a Brancaccio, e così via". "Quattro-Morire a 14 anni per errore" è lo sviluppo ulteriore del progetto intitolato "La Ferita", ideato da Mario Gelardi e dedicato alle vittime innocenti della camorra.
Questo debutto si inserisce nell'ambito delle attività dei Teatri della Legalità , il progetto promosso dall'assessorato regionale al Lavoro, Istruzione e Formazione, realizzato nell'ambito di Scuole Aperte, con la direzione artistica di Mario Gelardi ed il coordinamento organizzativo di Luigi Marsano de I Teatrini. Infotel: 081 0330619; in rete: www.iteatrini.it e www.teatridellalegalita.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento