menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via la rassegna Teatri di Legalit

Pompei - Nastri di partenza per la rassegna "Teatri di Legalità" promossa dalla regione Campania, nell'ambito del progetto Scuole Aperte, e coordinata dal Comune e dall'ufficio pastorale giovanile del Santuario di Pompei. Ad aprire la rassegna...

Nastri di partenza per la rassegna "Teatri di Legalità" promossa dalla regione Campania, nell'ambito del progetto Scuole Aperte, e coordinata dal Comune e dall'ufficio pastorale giovanile del Santuario di Pompei.
Ad aprire la rassegna dedicata alle scuole - che prenderà il via domani mattina e proseguirà, al Teatro Costanzo Mattiello, fino al 2 marzo 2010 - sarà la pièce allestita in ricordo della giornalista Anna Politkovskaja. Scritta e dirette da Ferdinando Maddaloni, la rappresentazione "Anna Politkovskaja - Concerto per voce sola" dedicata ai ragazzi delle scuole superiori, affronta la vita e la morte della giornalista russa conosciuta per il suo impegno sul fronte dei diritti per i suoi reportage dalla Cecenia, assassinata il 7 ottobre 2006, nell'ascensore del suo palazzo, mentre stava rincasando.

Un avvio in grande stile, che riassume lo spirito della rassegna."Teatri di Legalità", che intende promuovere il teatro come concreto strumento di pratica sociale. L'obiettivo prefissatosi da Corrado Gabriele, assessore regionale all'Istruzione e Formazione, che ha fortemente voluto la rassegna, è proprio quello di sollecitare riflessioni ed approfondimenti nelle scuole intorno a tematiche di emergenza sociale. Arrivato alla terza edizione, Teatri della Legalità è un progetto teatrale culturale e sociale di ampia portata. Solo nell'ultima edizione ha portato a teatro circa cinquantamila ragazzi, lavorando in 21 comuni della regione. Grazie a questa manifestazione, sono giunte in Campania alcune fra le miglior compagnie di teatro per le nuove generazioni, un vero e proprio circuito virtuoso che ha messo in contatto decine di artisti ed operatori scolastici. "Si tratta di un progetto molto articolato -commenta Pasquale Avino, assessore all'Istruzione per il Comune di Pompei - che affronta tematiche forti come la lotta alla camorra e alla criminalità organizzata o il bullismo. Tutti argomenti che è bene affrontare nelle scuole di ogni ordine e grado per cercare di creare una coscienza sociale così radicata da poter, un giorno, cancellare queste parole dal nostro dizionario. Il teatro è uno strumento unico dal punto di vista comunicativo, capace di portare il suo messaggio a tutti: ai bambini delle scuole elementari, a quelli delle scuole medie e delle superiori. Siamo molto orgogliosi - conclude Avino - di poter offrire questa opportunità ai nostri ragazzi e siamo certi che loro sapranno coglierla al meglio".
Undici le rappresentazioni proposte da domani al marzo 2010. Più di 300 le persone coinvolte, tra attori, registi ed operatori delle istituzioni, della scuola e dello spettacolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento