rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cultura Mondragone

Festeggiati gli 89 anni di padre Sebastiano Cerrone

Mondragone - Come è suo stile, nella massima semplicità e silenzio, oggi padre Sebastiano Cerrone, religioso passionista della comunità di Mondragone (Ce) ha festeggiato gli 89 anni di vita. Insieme ai suoi confratelli, padre Luigi Donati, padre...

Come è suo stile, nella massima semplicità e silenzio, oggi padre Sebastiano Cerrone, religioso passionista della comunità di Mondragone (Ce) ha festeggiato gli 89 anni di vita. Insieme ai suoi confratelli, padre Luigi Donati, padre Antonio Rungi e padre Giuseppe Polselli, ha ricordato questa tappa importante della sua vita umana sia nella messa delle ore 7,30 del mattino, che celebra ininterrottamente da 40 anni, e sia con l'agape fraterna condivisa con la piccola comunità di Mondragone. Al sacerdote sono giunti gli auguri di una lunga vita da ogni parte. Appartentente ad una famiglia di longevi, padre Sebastiano ancora oggi è sulla breccia a lavorare per il regno di Dio, soprattutto con il ministero della confessione, che svolge con diligenza, competenza, totale dedizione per religiosi, sacerdoti e fedeli laici, soprattutto durante le giornate festive. Nativo di Santa Croce del Sannio, veniva alla luce il 16 novembre 1920 da Leandro e Maria Grazia Varrone. Tra i passionisti entra giovanissimo a Calvi Risorta (Ce), nel 1931. Dopo gli studi medi e ginnasiali e il superamento del noviziato emette la professione religiosa il 4 dicembre 1936 a Paliano. Dopo gli studi filosofici e teologici viene consacrato sacerdote il 19 giugno 1943 a Napoli, durante la guerra, presso la Chiesa dl Buon Consiglio (San Pietrino) a Capodimonte, dal Cardinale Alessio Ascalesi. A Napoli conosce la monaca santa, ora beata, Suor Giuseppina Catanea, delle Monache Carmelitane ai Ponti Rossi. Poi gli impegni nei ministeri, soprattutto nelle missioni popolari come catechista; poi superiore di Itri, poi consultore ed infine superiore provinciale della provincia religiosa dell'Addolorata, basso Lazio e Campania, negli anni 59-68. Concluso il suo mandato viene trasferito alla casa di Mondragone che aveva contribuito a realizzare e a portare a termine. Qui svolge per un triennio l'ufficio di superiore e poi si dedica alla parrocchia San Giuseppe, istituita nel 1964 da mons. Vittorio Maria Costanti. Resta parroco della parrocchia di San Giuseppe Artigiano fino al 1982, per poi continuare il suo ministero come vicario-parrocchiale e successivamente come padre spirituale e confessore. Padre Sebastiano è un punto di riferimento spirituale, culturale, sociale e sacerdotale non solo per la città di Mondragone, ma per l'intera diocesi di Sessa Aurunca, che ha servito e serve con grande generosità. Come passionista ha avviato varie iniziative nella comunità parrocchiale come la festa di San Giuseppe Artigiano. Sua infatti è l'idea di realizzare l'attuale statua di San Giuseppe con Bambino, opera di artisti di Ortisei, come pure un catechismo sistematico ai fanciulli, ai giovani, agli adulti, negli anni immediati al Concilio Vaticano II. Compito che affidò a laici qualificati e preparati della parrocchia. Impegno anche significativo a favore del Collegio San Giuseppe che nella casa di Mondragone ha operato negli anni 62-83 e nel migliorare la struttura del convento di Mondragone. Uomo di cultura, si tiene continuamente aggiornato sulla vita della chiesa e della società. Mente vivida, è la memoria storica non solo della provincia religiosa di cui fa parte, ma anche della parrocchia San Giuseppe e della città di Mondragone. Ricorda perfettamente ogni cosa del passato ed è un piacere ascoltare racconti, anedotti e fatti che sa giudicare con l'intellegenza della mente e la sapienza del cuore. Un sincero augurio da parte di tutti a questo anziano sacerdote, che è giovane nei sentimenti e nei progetti di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festeggiati gli 89 anni di padre Sebastiano Cerrone

CasertaNews è in caricamento