menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Borbonico rivive il verso di Dante con Salvatore Mazza

Avellino - Tutta la spettacolarità delle tradizioni sacre e profane irpine, anima duplice di una terra in cui rivive la forza di un passato corale, attraverso la ritualità di credi e credenze. Tornano gli appuntamenti al Carcere Borbonico di "Tra...

Tutta la spettacolarità delle tradizioni sacre e profane irpine, anima duplice di una terra in cui rivive la forza di un passato corale, attraverso la ritualità di credi e credenze. Tornano gli appuntamenti al Carcere Borbonico di "Tra Sacro e Profano? arcani nella Terra di Mezzo. In programma per domani, 14 ottobre, "Il viaggio?non solo lectura Dantis" a cura di Salvatore Mazza.
Autunno irpino tra fede e folclore al Carcere Borbonico, con la nuova kermesse ideata ed organizzata dall'Assessorato al Turismo della Provincia di Avellino e cofinanziata dalla Regione Campania nell'ambito della programmazione operativa 2007 - 2013. Una vera e propria antologia delle manifestazioni più caratteristiche del territorio, quella proposta dall'assessorato guidato da Raffaele Lanni. "Fino al prossimo 23 ottobre - spiega l'assessore al Turismo, Raffaele Lanni - uno dei monumenti più importanti del capoluogo si trasformerà nella vetrina d'eccezione di riti, cortei, processioni, mostre, concerti e teatro della terra irpina, diventando punto di riferimento culturale per tutto il territorio provinciale e centro di raccordo di tutte le manifestazioni del progetto".
E domani sarà ancora una volta grande festa del folklore popolare, di itinerari di fede e credenze popolari. «Ma - precisa Lanni -sarà soprattutto un nuovo appuntamento con workshop sulle tradizioni, le arti e mestieri, per tramandare alle giovani generazioni quel patrimonio di arti e saperi, folclore e tipicità della nostra terra e della nostra storia».

Voci, corpi e videoproiezioni dalle crociate all'emigrazione, dal viaggio della mente al viaggio di Dante, nello spettacolo di Mazza. Uno spettacolo itinerante e, sullo sfondo, una "lectura dantis", che riporti al centro della scena il verso e la sua forza. Grazie alla sapiente coordinazione di Salvatore Mazza in scena un autentico viaggio nel viaggio, sospeso tra tensioni, incontri, fusioni e novità, per far vivere e rivivere il verso. Lo spettacolo è in programma per domani sera, 15 ottobre, alle 19.30 nell'ex Carcere Borbonico (ingresso tribunale) di piazza d'Armi e in replica alle ore 21. L'ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.In scena: Salvatore Mazza, Santa Capriolo, Luciano Picone, Gabriella Fiorillo, Felice Cataldo, Sabino Balestrieri, Antonella Migliore, Barbara Tipaldi.
L'adattamento e la regia sono a cura di Lucio Mazza.E per giovedì, 15 ottobre, di scena Quadri d'attore?ritratti d'autore. Tre percorsi teatrali tra Sacro e Profano?serio e faceto". Gran finale per la trilogia di Umberto Valentino, già proposta nelle serate di lunedì e per questa sera (13 ottobre). Si tratta di una contaminazione spettacolare idealmente divisa in tre parti distinte che andranno in scena alle ore 20. Prenderanno parte alle tre serate gli attori Gaetano Troiano e Susanna Puopolo, i cantanti Tiziana Galdieri, Gaspare di Lauri e Rino Villani, il Maestro chitarrista Maurizio Tulimiero, il Professional Art Ballet. E' prevista, inoltre, la partecipazione straordinaria di Piero Pepe (primo attore della compagnia di Giuffrè).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento