menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presentata lExpo Internazionale di Orticoltura che si terr in Cina

Pompei - E' stata presentata lunedì mattina a Pompei "l'Expo Internazionale di Orticoltura" che si terrà nel 2011 nella città di Xì'an, in Cina. Ad illustrare il progetto, presentato a Pompei in anteprima nazionale, è stata una delegazione cinese...

E' stata presentata lunedì mattina a Pompei "l'Expo Internazionale di Orticoltura" che si terrà nel 2011 nella città di Xì'an, in Cina.
Ad illustrare il progetto, presentato a Pompei in anteprima nazionale, è stata una delegazione cinese, guidata dal signor Ji Wenzhan, Presidente Onorario dell'Associazione governativa di Xi'an per la promozione dei rapporti con le nazioni straniere, e da Wang Gongli, vice direttore del comitato organizzativo dell'Expo.
A fare gli onori di casa, il sindaco di Pompei, Claudio D'Alessio che ha accolto con piacere e riconoscenza la delegazione della città amica.
Una presentazione, che è contemporaneamente, un onore e un'investitura di responsabilità, che la città di Xi'an ha conferito a Pompei,in virtù del patto di gemellaggio stipulato, nel 2007, tra le due città patrimonio dell'umanità.
Nel corso dell'evento, l'amministrazione comunale ha siglato un protocollo d'intesa con i vertici organizzativi dell'evento, con il quale si impegna a promuovere i rapporti economici tra le due città, partendo proprio da questa Fiera Internazionale che rappresenterà una vetrina importante per entrambi i Paesi.
La Fiera Internazionale di orticoltura è un evento di esposizione professionale approvato dall'Associazione Internazionale dei Produttori nel settore dell'orticoltura(AIPH). Si e' tenuta per la prima volta a Rotterdam, Olanda, nel 1960 e si e' ripetuta più di venti volte. Da Aprile a Ottobre 2011, la Fiera Internazionale di orticoltura avrà luogo a Xi'an, nel distretto di Chan-Ba e sarà l'esposizione internazionale più importante mai avuta a Xi'an, nella Provincia dello Shaanxi e in tutta la Cina nordorientale.
Il tema della Fiera Internazionale di orticoltura del 2011 è "L'eterna pace ed amonia tra la natura e l'umanità, migliorando il nostro futuro pianeta per creare una città per la natura, fondante sulla pace". La durata è di 183 giorni, l'area preposta è di 418 ettari che includono 188 ettari di superficie d'acqua. Nel 2011, saranno più di100 le città e le organizzazioni nazionali ed estere che parteciperanno all'expo. Più di 12 milioni i visitatori previsti.

La struttura generale della pianificazione dell'area destinata alla fiera internazionale dell'orticoltura di Xi'an consiste di "due cerchi, due assi e cinque gruppi". "I due cerchi" includono "il cerchio principale" e il sotto cerchio. Il cerchio principale comprende l'area centrale dell'esposizione con vari punti scenici. Il sottocerchio comprende l'area estesa dell' esposizione attrezzata di tutti i servizi e le strutture come Il Villaggio Internazionale dell'Orticoltura, il Centro di Comando, gli appartamenti di Orticoltura Internazionali e così via. "I due assi" rappresentano i due assi di scenario con il principale che va da sud a nord ed il sotto asse che va da est a ovest. "I cinque gruppi" includono il Parco di Chang'An, il Parco della creatività, il Parco dei cinque continenti, il Parco della Tecnologia, ed il Parco dell'Esperienza. 


Entusiastici i commenti del primo cittadino di Pompei, per il quale, l'evento di Xì'An è "un momento importante per la città di Pompei e per l'intera regione. Non è altro che uno dei tanti appuntamenti che la città di Pompei ha in programma con la città gemella di Xì'An. Fin dalla stipula del gemellaggio, infatti, i rapporti tra le due città sono sempre stati costanti e puntuali, non solo sui temi relativi al turismo e alla valorizzazione dei rispettivi patrimoni culturali, ma su tutta una serie di argomenti. Non ultimi, quelli che rispondono alle logiche di scambio economico e culturale. Si tratta di un appuntamento importantissimo - commenta il sindaco D'Alessio - soprattutto dal punto di vista dello sviluppo economico, vista la massiccia presenza sul nostro territorio di aziende specializzate nell'ortocoltura. Sono certo - conclude D'Alessio - che le nostre imprese parteciperanno con entusiasmo a questo evento ponendosi all'attenzione del mercato internazionale grazie alle loro competenze e alla loro professionalità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento