menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Palazzo Fazio l'evento 'Poesia e pornografia'

Capua - I classici del domani sono quegli autori destinati già da oggi, con evidenza devastante, a esserlo; e non è di tutti i giorni poterne incontrarne qualcuno dal vivo. Ma ecco: venerdí 9 ottobre 2009, alle ore 18.30, si terrà nel casertano, a...

I classici del domani sono quegli autori destinati già da oggi, con evidenza devastante, a esserlo; e non è di tutti i giorni poterne incontrarne qualcuno dal vivo. Ma ecco: venerdí 9 ottobre 2009, alle ore 18.30, si terrà nel casertano, a Capua, un incontro da ricordare. La Cooperativa culturale Capuanova, l'Accademia Palasciania e le Librerie Uthòpia presentano l'evento, intitolato "Poesia e pornografia, feti e pianeti, sogno e commedia, mostri e metafisica, Dio e il papa, merda e luce, amore e strage:Antonio Moresco e il suo romanzo-mondo «Canti del caos»". Sul palco pianofortato della sala grande di Palazzo Fazio (Capua, via Seminario), la persona di Antonio Moresco, umile e alta piú che ogni altra anima scrittoria dell'Italia contemporanea, sarà accolta dal fiore della comunità artistica e culturale del casertano e da un pubblico che si spera vario e vasto, per non lasciare una così bella occasione perdersi nel vento con le foglie lievi e le profezie della Sibilla.

E profetico, novo, strano, e ricco di spaventosa bellezza è il libro di Moresco che in realtà è tre libri in uno, a sua volta parte di un trittico di opere che comprenderà "Gli esordi", "Canti del caos", e "Le morti" che l'artista inizia ora a scrivere e porterà avanti finché avrà vita. Pochissimi sono gli autori di opere-mondo al mondo; e in Italia la letteratura nana eclissa nel panorama venditorio e critico, naturalmente, tutto ciò che esula dal nanistico; ecco dunque come, esordito a quarantacinque anni dopo una marea di rifiuti, a sessanta Moresco, il Dante del Duemila o perlomeno uno dei maggiori scrittori italiani viventi, è tuttora sconosciuto ai piú, grazie alla sua santa ingenuità, che lo ha spinto a muoversi nella jungla editoriale armato unicamente della propria fede nelle ragioni dell'arte; e abbiamo detto tutto.
Resta a dirsi che, il 9 ottobre, a rendere gli omaggi del micromondo dell'arte e della cultura del casertano ad Antonio Moresco, introducendolo e interloquendovi, sarà lo scrittore Marco Palasciano, presidente dell'Accademia Palasciania; e che a scortare dal nord l'autore di "Canti del caos" sarà l'attore Ciro Carlo Fico (citato a pag. 706 di "Lettere a nessuno"), oriundo napoletano, che ne ha inscenata una potente riduzione teatrale e che per l'occasione reciterà pezzi del libro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento