menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vulnerabili allamore musica e parole per Pina

Avellino - Il 29 settembre è ormai un appuntamento fisso per il Centro Ascolto e Consulenza sul Disagio Giovanile "Pina Pisaniello" dell'Associazione di volontariato Penisola ONLUS che da quattro anni organizza Vulnerabili all'amore – musica e...

Il 29 settembre è ormai un appuntamento fisso per il Centro Ascolto e Consulenza sul Disagio Giovanile "Pina Pisaniello" dell'Associazione di volontariato Penisola ONLUS che da quattro anni organizza Vulnerabili all'amore - musica e parole per Pina. Una serata interamente dedicata ai giovani e in cui la musica si unisce alle parole.
Quest'anno l'evento si aprirà con una riflessione su "I Giovani e De Andrè". La serata sarà presentata dal Dr. Onofrio Scarpato dell'associazione Penisola che illustrerà il significato della manifestazione, seguiranno gli interventi di Franco Festa (Scrittore) e Generoso Picone (Direttore del Mattino - Avellino) sul lascito delle idee e dei pensieri del grande cantautore italiano a dieci anni dalla sua scomparsa.
Si esibiranno poi i Fabernoster, un gruppo musicale reggiano che interpreta i brani di Fabrizio De Andrè. "..E' stato sufficiente che un paio d'amici vivessero e si incontrassero nella musica di quel Fabrizio De André. E' come succede, si rimane affascinati, senza parole, cercando di ritrovarle nelle sue canzoni, con una chitarra tra le dita. E da quel momento colui che ti ha affascinato diventa il tuo maestro, diventa il tuo amico?" Da questo spirito nascono i FaberNoster che, nell'intimità di una stanza, con pochi strumenti comincia a riprodurre con semplicità le sue canzoni cercando comunque di interpretare la musica con personali arrangiamenti ed occhi aperti su originali sfumature.

L'evento, per i suoi valori culturali e sociali, è stato patrocinato dalla Fondazione Fabrizio De Andrè.
Il Centro Ascolto e Consulenza sul Disagio Giovanile "Pina Pisaniello", promotore dell'iniziativa, è stato istituito al fine di offrire ai giovani, in condizione di disagio e non, servizi informativi, di orientamento, di ascolto e di consulenza. Svolge funzioni di ricerca e di documentazione sulla condizione giovanile e si pone inoltre in una posizione di dialogo e di confronto con quanti (amministratori, dirigenti ed operatori) necessitano di strumenti di supporto per la programmazione e la gestione di progetti di intervento. Il Centro ha attivato da gennaio 2008 il servizio telefonico di solidarietà "Aiutel" (Numero Verde 800.012577).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento