menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Citt Spettacolo, si inaugura la mostra di Niemeyer

Benevento - Palazzo Paolo V, dal 2 al 22 settembre, ospiterà la mostra "101% - L'arte di progettare. L'architettura dello spettacolo. Lo spettacolo dell'architettura" di Oscar Niemeyer. L'esposizione del celebre architetto, curata da IEC, è...

Palazzo Paolo V, dal 2 al 22 settembre, ospiterà la mostra "101% - L'arte di progettare. L'architettura dello spettacolo. Lo spettacolo dell'architettura" di Oscar Niemeyer. L'esposizione del celebre architetto, curata da IEC, è inserita tra gli eventi collaterali della XXX edizione di Benevento Città Spettacolo ed è organizzata dagli assessorati alla Urbanistica ed alla Cultura del Comune di Benevento e dall'Ordine degli architetti della provincia di Benevento.
La mostra, che offre una panoramica sull'opera del grande progettista brasiliano, vuole celebrare uno dei più grandi architetti viventi che proprio in questi mesi sta vedendo ultimata la sua terza opera italiana, l'Auditorium di Ravello.
Il confronto tra le diverse opere del lavoro di Niemeyer, produce un dialogo unico ed inedito tra il passato ed il presente del progettista brasiliano, offrendo importanti spunti di riflessione sul ruolo dell'architettura contemporanea oggi.
La mostra è formata da una ricca serie di schizzi e disegni che formano il corpus di opere dell'importante architetto, in parte esposto nel 1994 nella mostra "Oscar Niemeyer: Progetti per il Veneto".
La mostra sarà arricchita dalla proiezione di un video contenente la registrazione audio di un'esclusiva intervista rilasciata da Niemeyer nell'agosto 2008: in questo documento unico ed inedito, montato su immagini delle sue opere a cura del video-artista Mario Franco, l'architetto espone le sue memorie di professionista di fama internazionale, ma descrive anche il suo rapporto intimo con l'arte e la sua grande passione per l'architettura.
L'inaugurazione ufficiale della mostra si terrà mercoledì 2 settembre 2009 alle ore 11,30 e sarà preceduta dalla conferenza stampa di presentazione alle ore 11,00, entrambe presso la sede espositiva di Palazzo Paolo V, alla quale interverranno il Sindaco Fausto Pepe, l'Assessore alla Cultura Raffaele Del Vecchio, l'Assessore all'Urbanistica Angelo Miceli, il vice Presidente dell'Ordine degli Architetti Roberto Stallone. All'evento parteciperà anche il Prof. Domenico De Masi, sociologo di fama internazionale e Presidente della Fondazione Ravello, promotore della realizzazione dell'auditorium in costruzione a Ravello progettato dall'architetto Niemayer.
"La Città di Benevento, - ha dichiarato l'assessore alla Cultura del Comune di Benevento, raffaele Del Vecchio - ospitando la mostra dedicata al celebre architetto contemporaneo Oscar Neimeyer, vuole puntualizzare che occuparsi di beni culturali vuol dire non solo guardare al passato ma proiettare la propria città nel futuro attraverso l'architettura contemporanea di qualità.
Salvaguardare la città antica non significa infatti "recintare" il passato come contrapposizione nostalgica al presente ma essere protagonisti della propria storia interrogandosi sul significato dello spazio e sulla possibilità di essere rappresentati da nuovi valori e nuove forme.
La testimonianza della genialità del grande artista brasiliano e le passate polemiche sull'inserimento di una sua opera all'interno della splendida cornice della costiera amalfitana stimolano la crescita del dibattito sulla possibilità di porre in relazione la cultura della tradizione con le nuove esigenze della contemporaneità, dibattito che le istituzioni devono incoraggiare e favorire.
Questa importante mostra ha offerto inoltre all'Amministrazione Comunale l'opportunità di consolidare un rapporto privilegiato con l'Ordine degli Architetti PPA di Benevento, che rappresenta una delle categorie di professionisti più "necessaria" al miglioramento della qualità della città e del paesaggio, e quella di inaugurare un nuovo corso nella storia dell'antico Palazzo Paolo V, recentemente destinato a divenire il Palazzo delle Arti e della Cultura della città di Benevento".
"L'opera architettonica, come è risaputo, - ha spiegato il presidente dell'Ordine architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Benevento, Pellegrino Soriano - rappresenta il connubio tra tecnica, materia ed immaginario. Il fascino di un'opera riuscita consiste proprio nella sintesi perfetta di queste componenti, ed il loro rapporto con il contesto ambientale. L'architettura ne rappresenta il processo di cui l'architetto è l'artefice. Capace nella sua vita di assimilare conoscenze cui far ricorso nel momento della ideazione dell'opera, pescando dal proprio patrimonio di forme, riferimenti, esperienze e saperi. Il fascino del fare architettura consiste proprio nelle singolarità e nell'astrattezza di questo processo e nella sua continua ricerca.
Nelle opere di Oscar Niemeyer tale processo appare in una evidenza e in una nitidezza assolute. Le componenti (tecnica-materia-immaginario) raggiungono quell'equilibrio compiuto che solo pochi altri maestri dell'architettura moderna hanno saputo raggiungere. Ai complessi virtuosismi formali e tecnologici delle grandi firme dell'architettura contemporanea si contrappone, nelle opere di Niemeyer, la nitidezza delle forme plastiche generate da semplici linee curve, flessuose e flessibili. La chiarezza di una concezione architettonica capace di piegare alla logica della semplicità e della leggerezza la gravità della materia.
L'auditorium di Ravello, a cento anni dalla nascita del maestro, condensa il significato profondo del processo descritto: una vela fatta di cemento bianco, di fronte al mare, sotto il cui riparo l'umanità potrà incontrare l'arte. Poche linee tracciate su un foglio di carta dopo l'incontro con Domenico De Masi hanno generato uno spazio leggero e compiuto. Alla pari dell'artista, che ritraendo uomini e donne, con qualche segno ne fissa la natura.
L'Ordine degli Architetti di Benevento, attraverso i disegni e le opere in mostra, intende celebrare la lunga vita artistica del maestro portando a maggior conoscenza non solo la sua idea dell'architettura, ma anche i messaggi che essa produce. Tra di essi in questa breve nota introduttiva preferiamo segnalare, in un Paese che oramai da troppo tempo non riesce ad esprimere una programmazione urbana coerente e costante volta al perseguimento della qualità del costruito e dei luoghi, come anche limitati interventi realizzati con amore e sapienza possano trasmettere fiducia nel cambiamento".
"Una città vive non solo quando se ne esaltano i percorsi - ha infine, sottolineato l'assessore all'Urbanistica del Comune di Benevento, Angelo Miceli - e le testimonianze in uno con i suoi valori e le sue tradizioni, ma soprattutto quando si stimolano le coscienze e le curiosità degli uomini e delle donne che quotidianamente ne usano lo spazio ed il tempo.

Questa mostra sicuramente costituisce un buon motivo per riflettere della voglia dell' uomo Niemeyer di ricercare sintesi e contatto tra luoghi e funzioni, tra paesaggio e comunità, al fine di migliorare lo spazio della città e di consegnarne tracce di un tempo alla sua storia. La pianificazione urbana come immaginazione reale e futura della città deve pregiarsi di queste come di altri esempi di buona architettura, accoppiando qualità a quantità.
Potenziare la vivibilità e la fruibilità degli spazi pubblici rappresenta la sfida del nuovo Piano della città di Benevento, un percorso che abbiamo intrapreso e che vogliamo arricchire con elementi di confronto e dibattito, con concorsi di idee e di progettazione, al fine di poterci contaminare di esperienze necessarie per la nostra crescita culturale e sociale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento