menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alla Certosa torna lInternational Arts Festival

Capri - Giro di boa nell'ultimo weekend di Agosto per l'isola azzurra che torna a riappropriarsi della sua identità ad alta vocazione culturale ed artistica grazie a Friends of the Certosa di Capri, l'associazione internazionale di enti di...

Giro di boa nell'ultimo weekend di Agosto per l'isola azzurra che torna a riappropriarsi della sua identità ad alta vocazione culturale ed artistica grazie a Friends of the Certosa di Capri, l'associazione internazionale di enti di beneficenza che sono impegnati al restauro, alla preservazione e alla valorizzazione della Certosa di San Giacomo di Capri, con un pool di organizzazioni che si sono costituite nel nostro paese, in Gran Bretagna, negli Stati Uniti e raccolgono i fondi per sostenere la Certosa di Capri e le sue attività. Partner importanti italiani e stranieri fanno parte del pool di amanti dell'isola ed in particolare delle sue bellezze artistiche, e tra questi l'Ambasciata tedesca in Italia, quella degli Stati Uniti d'America, quelle svedese, inglese, canadese, con il patrocinio della Regione Campania e dei Comuni di Capri ed Anacapri. Ed anche quest'anno il cartellone di manifestazioni che è stato messo in piedi dal Presidente Internazionale del Festival Fawn Wilson White, è ricco di appuntamenti artistici significativi, a partire dalla prima europea con Milena Vukotic e il violinista americano Gil Morgenstern dal titolo "Cambiando le chiavi" che si terrà il 30 Agosto nella Chiesa della Certosa, recentemente restaurata ed aperta per l'evento. Il festival di quest'anno comprende una mostra nella Saletta del Refettorio organizzata dalla curatrice canadese Myriam Blundell dal ditolo "al di Sotto del velo della saggezza, oltre le chiavi del Paradiso." Il 31 sera andrò in scena il concerto "Musica sacra in uno spazio sacro" dei Madrigalisti dell'Ensemble Vocale di Napoli. "Jazz nel chiostro piccolo" il primo settembre con l' Esther Kaiser Quartet, mentre il 2 Settembre in collaborazione con Villa San Michele, Fondazione Axel Munthe una serata di film svedesi con Bilder fran lekstugan di Stig Bjorkman e Terje Vigen di Victor Sjostrom. Giovedì 3 Settembre "Grottesco Caprese", uno spettacolo ideato e scritto dagli artisti italiani Paolo Puppa e Marco Gambino con il violoncello di Simonpietro Cussino, per celebrare il centenario della nascita del Movimento Futirista. Il clou del festival nell'ultima giornata, il 4 Settembre con L'Altra rivoluzione : Gorkij e Lenin a Capri - la realizzazione di un film. Una conversazione con il regista Raffaele Brunetti sul tema della presenza dei russi a Capri, e The Capri School con filmati riscoperti recentemente di Gorkij e Lenin a Capri all'inizio del Novecento e letture dagli archivi russi. Il regista si dice "particolarmente felice di poter presentare finalmente a Capri, nella sua isola, il documentario al quale sta attualmente lavorando. Ma questa volta c'è una ragione in più: non solo la storia del film si svolge a Capri e ha i Capresi come co-protagonisti ma con questa storia Raffaele ha un legame particolare essendo cresciuto nella casa dei nonni Villa Pierina a Marina Piccola, la stessa casa che abitò Maxim Gorkij"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento