menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20090825203025_NegroFestival09

20090825203025_NegroFestival09

XIV edizione di 'Negro', musica e cultura etnica

Pertosa - Al via alle Grotte dell'Angelo a Pertosa (Salerno) la quattordicesima edizione di "Negro - Festival di musica e cultura etnica". Nel segno dell'incontro tra culture differenti, "mission" originaria del festival cilentano in calendario...

Al via alle Grotte dell'Angelo a Pertosa (Salerno) la quattordicesima edizione di "Negro - Festival di musica e cultura etnica". Nel segno dell'incontro tra culture differenti, "mission" originaria del festival cilentano in calendario tra il 27 ed il 30 agosto, si sviluppa il programma ideato per questa nuova edizione dal direttore artistico Dario Zigiotto. Evento atteso da migliaia di amanti della buona musica e della natura incontaminata, "Negro Festival" rientra nelle proposte culturali del "Viaggio nella Tradizione", percorso promosso dall'Assessorato al Turismo della Regione Campania con finanziamento della Comunità Europea. Organizzato dalla Città di Pertosa, con il sostegno della Provincia di Salerno, della Fondazione MIdA - Musei Integrati dell'Ambiente, del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, in collaborazione con la Città di Auletta, la manifestazione si realizza nell'incantevole scenario delle Grotte dell'Angelo a Pertosa (Salerno), a pochi metri dal fiume che le dà il nome (il Negro) che scorre nelle viscere della terra caratterizzando in maniera unica lo spettacolo delle stalattiti e stalagmiti disseminate nelle cavità naturali.
Il programma musicale inizia giovedì 27 agosto, ore 21, con Raiz e Radicanto, protagonisti della sezione sperimentale "Antro suono" dedicata quest'anno all'aria, nella sua "alternanza musicale" tra voce e strumenti a fiato. Creata e sviluppata per le viscere della terra, all'interno delle Grotte, "Antro Suono" proporrà ancora, ogni sera dalle ore 21, le inedite sonorizzazioni di Mimmo Maglionico con Gino Evangelista (venerdì 28), Elena Ledda con Mauro Palmas (sabato 29), Mario Arcari (domenica 30). Ricca e intensa, la programmazione musicale prosegue sul palco centrale, "outdoor" nel verde del piazzale delle grotte, dove sempre da giovedì 27, alle ore 22 circa, è in programma un doppio concerto con i suoni etno -rock dei Porto Flamingo e, a seguire, con Cisco, indiscusso protagonista del combat-folk italiano, al suo nuovo appuntamento da solista dopo l'esperienza leggendaria con i "Modena City Ramblers", di cui è stato co-fondatore e carismatico leader. Venerdì 28 agosto il festival si apre alla cultura musicale araba, nelle contaminazioni, rispettivamente, "napoletane", proposte nell'incontro tra i Pietrarsa di Mimmo Maglionico con il tunisino cantante percussionista Marzouk Mejri, ed "andaluse" con la Tangeri Café Orchestra, straordinario ensemble di musicisti del Marocco.
Sabato 29 agosto, la musica del Negro Festival renderà omaggio a Fabrizio De André, a dieci anni dalla scomparsa. La serata propone un triplo concerto con Elena Ledda, straordinaria interprete del nuovo etno-sound sardo, i lombardi Baraban, gruppo storico della scena folk italiana e Peppe Barra, indiscusso maestro della canzone e della scena napoletana. "Una scelta non casuale - sottolinea Dario Zigiotto - che ricompone in tal modo, ed in una sensibile parte, il cast di "Canti Randagi", progetto musicale che quattordici anni fa, tra "live" e produzione discografica, realizzò l'unico tributo in vita dedicato, conosciuto ed apprezzato dallo stesso Fabrizio De André". "Canti Randagi" univa differenti interpreti della musica popolare italiana, più noti in Europa che in Italia, nella non facile operazione di rielaborazione di alcune canzoni scelte dal repertorio di Faber, magicamente tradotte ed eseguite da ciascun artista nel proprio dialetto. E' il caso di Peppe Barra, che eseguì un'emozionante versione in napoletano di "Bocca di rosa", di Elena Ledda che con "Sas tres mamas" riproponeva in sardo la dolcissima lirica di "Tre madri", dei Baraban che restituivano in lombardo la forza della "Canzone del Maggio". Dopo quattordici anni, questi brani potranno essere riascoltati dal vivo nella esclusiva session ideata per il Negro Festival.

La programmazione si chiude domenica 30 agosto, quando entrerà in scena la travolgente onda sonora di "Extra vagante", progetto speciale che Roy Paci, in esclusiva per "Negro 2009" e sposandone completamente la filosofia, ha costruito intorno ai suoi Aretuska per accogliere ospiti ed interpreti da differenti aree culturali. Da giovedì a domenica, dalla mezzanotte fino al mattino, Negro Festival accoglierà anche le nuove incursioni etno-dance create apposta dal D.J. Stefano Miele, napoletano d'origine e londinese d'adozione, gia collaboratore di Caparezza, Zulù, Nidi d'Arac, Roy Paci, Proza + e 24 Grana.
Il programma proporrà, come di consueto, tantissime attività differenti, tutte nel segno dell'intreccio tra spettacolo, cultura e natura. Alla musica si vanno, infatti, ad aggiungere molteplici iniziative programmate dalla "quattro giorni" di Pertosa per il NegroVillage, come, ad esempio, le attività della sezione Negro Speleotrekking, con le escursioni curate dal Pertosa Trekking Club - Gruppo Escursionistico Trekking / F.I.E. e le proposte di Negroartigianato e Negrosapori con prodotti tipici locali ed internazionali; Negroluci con la particolare illuminazione in notturna delle Grotte realizzata dalla Fondazione Mida; Negrosociale a cura della Cooperativa ISKRA; Negroarte con la mostra "La casa del matto - dietro ogni scemo c'è un villaggio" realizzata da Gianluca Cavallo in omaggio a De André; Negrolibri a cura di Guida - Napoli; Negroanimali a cura della L.A.V./Lega Antivivisezione e Oasi Felix (per l'adozione dei cuccioli); Negroarcheo e, soprattutto, Negrosolidarietà a cura dei Laici Terzo Mondo che quest'anno riserva il suo spazio all'Africa. Per il pubblico che vorrà fermarsi per i quattro giorni del festival sono disponibili aree attrezzate 'free camping' e aree parcheggio con servizio navetta. Per assistere e partecipare alle tante iniziative di 'Negro' si paga 5 euro al giorno, con possibilità di abbonamento per quattro sere a 10 euro. Info: Comune di Pertosa tel. 0975397010, www.grottedellangelo.sa.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento