menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giro di boa per lAriano Folkfestival

Ariano Irpino - Giro di boa per il XIV Ariano Folkfestival che celebra oggi la sua quarta giornata e si prepara a vivere l'evento finale, fissato per domenica 23, con Vinicio Capossela.Intenso come sempre il programma della giornata che, per i più...

Giro di boa per il XIV Ariano Folkfestival che celebra oggi la sua quarta giornata e si prepara a vivere l'evento finale, fissato per domenica 23, con Vinicio Capossela.Intenso come sempre il programma della giornata che, per i più mattinieri, inizia alle 9 in Piazza Plebiscito ad Ariano con una nuova ed intrigante tappa del Folkintour per un originale "Trekking urbano"; alle 11 è il momento della Folkart con la sua "Color street plague" per contagiare con il colore qualche grigio muro di cemento e alle 16 spazio per i piccoli in Villa Comunale con Circuszone e la giocoleria per i più piccini.Due parole per CineZone, il cineforum dell'AFF, primo nato delle iniziative collaterali che accompagnano il visitatore che si trattiene ad Ariano per vivere il festival a 360°.
«Ciò che vogliamo ricreare - spiegano Dimitri ed Igor Grassi, comunicatori dell'AFF - è una vera esperienza di viaggio, l'incontro di culture e mondi diversi. In questo modo abbiamo percorso in lungo ed in largo il mondo senza muoverci dall'Irpinia. La Cinezone aggiunge all'esperienza sensoriale del suono e della musica, quella delle immagini, dei colori, delle parole. Durante il Festival, per qualche ora al giorno, dimenticherete di essere seduti su delle comode poltrone, dimenticherete anche di essere in un cinema, perché vi condurremo in un viaggio attraverso realtà lontane e spesso sconosciute: le vedrete dall'interno, respirandone l'odore, conoscerete i protagonisti».
Dai sobborghi londinesi con le storie degli "Hoolingans", ai luoghi dei massacri etnici della Guerra dei Balcani (Rata Nece Biti!), alla pellicola di oggi, "Pa-ra-da", che racconta del clown Miloud Oukili che redime i ragazzi che vivono nelle fogne di Bucarest, agli skinheads dell'era della Tatcher (This is England, 22 agosto), al surreale omaggio a Kusturica di Sidran (Ti ricordi di Dolly Bell?, 23 agosto), un viaggio che include anche testimonianze in "viva voce" come quella di Edvige Ricci di "Adopt Srebrenica" e Pietro Del Giudice, autore di "Balcanica", romanzo sul poeta e drammaturgo bosniaco Sidran.Oggi e domani, alle 16 al Cinema Oasi di Piazza Plebiscito, Spazio Teatro propone "La ballata dell'Angelo Ferito e altre ballate", concerto poetico da
 G. Ceronetti, C. Bukowski, P. Pasolini, A. Ginsberg, F. De Andrè, T. Waits ed altri.
Autori di spessore indubbio messi in scena da: Piergiuseppe Francione, Antonio Galano, Antonio Moschese, Davide Iodice , Gianpaolo Iannotta , direzione tecnica ed Enzo Rapa.
Interessanti anche gli incontri di Spazio Poesia che, dopo Mariangela Gualtieri, propone per stasera alle 18,30 a Palazzo Anzani, il reading di Alexandra Petrova, vissuta tra Leningrado, Israele ed Italia ed autrice di numerose sillogi poetiche tra cui "Punto di svolta" .Il compito di accendere la miccia del Folkstage di Piazza Piano della Croce spetta, alle 22, al gispy jazz del Dario Pinelli Trio.
Il combo, formato da Pinelli alla chitarra solista, Walter Clerici alla chitarra ritmica e voce e Renato Gattone al contrabbasso, è reduce dal Metropolitan di New York e da una lunga tournèe USA e proporrà un intrigante repertorio che spazia dal manouche di Django Reinhardt al valzer musette ai classici del Dopoguerra.
A seguire l'electro-swing dei parigini Caravan Palace, rivelazione dell'expò danese della world music Womax e vero fenomeno radio-televisivo d'Oltralpe con 15,000 copie vendute del loro primo CD e 1,5 milioni di visite sul sito di una delle band più fresche del decennio.

Si chiude con gli Shalakazoo, collettivo composto da Milan Djuric e Uro? Petković ed il loro mix di elettronica e suoni balcanici dal forte impatto danzereccio.
Il successo della prevendita della "ticket-shirt" necessaria per l'ingresso alla serata finale dell'AFF che vedrà in scena Enzo Del Re, Vinicio Capossela e la Banda della Posta di Calitri, ha consentito di ridurre il prezzo dai 15 euro previsti per l'acquisto successivo al 15 agosto e non dal sito dell'AFF ai 10 euro attuali.Domani il programma dell'Ariano Folkfestival prevede l'atteso appuntamento con Enrico Capuano con Zulù, il cantante del 99 Posse, L ou Dalfin e Instituto Mexicano del Sonido.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento