menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20090819161031_fiaba

20090819161031_fiaba

Tutti a Lioni per trascorrere Un giorno da fiaba

Lioni - Un appuntamento da non perdere per tutti i bambini: giovedì 20 agosto 2009 a Lioni, il Teatro dell'Osso, nell'ambito delle manifestazioni organizzata dall'Ammnistrazione Comunale, presenta "Un giorno da fiaba", una giornata in compagnia di...

Un appuntamento da non perdere per tutti i bambini: giovedì 20 agosto 2009 a Lioni, il Teatro dell'Osso, nell'ambito delle manifestazioni organizzata dall'Ammnistrazione Comunale, presenta "Un giorno da fiaba", una giornata in compagnia di storie e personaggi fantastici.
Si comincia alle 17.30 in Piazza della Vittoria con le storie di "Tino Raccontino", uno strambo contastorie moderno, un viaggiatore della fantasia che racconterà ai bambini due storie: "Alì Babà e i quaranta ladroni", la famosissima novella de "Le mille una notte", e "L'usignolo", dolce e poetica fiaba di Andersen. Musiche suggestive, oggetti, rumori ad effetto, trasporteranno i bambini nella magia dei racconti narrati da Melissa Di Genova.
Tra una storia e l'altra i bambini potranno diventare essi stessi personaggi delle fiabe indossando i costumi di carta inventati e costruiti sul posto da Mariagrazia Davide e Carla Di Lascio; oppure potranno trasformare il loro viso con il trucco, diventando un leone o una strega; o ancora potranno scegliere di disegnare e colorare la propria fiaba dipingendo a tempera uno striscione di carta lungo dieci metri.
"Un giorno di fiaba" proseguirà dopo cena nel Teatro all'aperto quando, alle ore 22.00, andrà in scena "Il gatto con gli stivali", scritto e diretto da Mirko Di Martino, uno spettacolo per tutta la famiglia pieno di ritmo, velocità, divertimento e un pizzico di follia.
Ad interpretare tutti e sei i diversi personaggi tre soli attori che recitano, cantano, ballano e, per effetto di magia riflessa, si trasformano: Melissa Di Genova interpreta il Gatto, Francesco Prudente è il Mugnaio, l'Orco e il Re, Emilio Polcaro interpreta il giovane Carabà e il valletto del re.
La storia è quella raccontata da Charles Perrault: un mugnaio lascia in eredità al suo figlio minore nient'altro che un gatto, ma si tratta di un gatto speciale che con il solo aiuto di un paio di stivali e della sua astuzia farà in modo che il suo giovane padrone diventi nobile e ricco. Mirko Di Martino ha però riscritto la fiaba inserendo nuovi personaggi e situazioni, nel rispetto della storia originale ma con un occhio ai bambini di oggi che, nelle numerose repliche precedenti, sono sempre stati travolti dalla frizzante energia della rappresentazione.

Lo spettacolo affascina i giovani spettatori che fin dall'inizio sono chiamati a intervenire nella storia per incoraggiare il giovane Carabà, o per sostenere le astuzie del Gatto, o per ingannare il terribile Orco. Le scenografie mobili prendono vita sotto gli occhi degli spettatori, illuminate da luci coloratissime e suggestive, rallegrate da canzoni ironiche e irresistibili.
Ma "Il gatto con gli stivali" è anche altro: è il racconto di come l'intraprendenza e l'intelligenza siano le carte vincenti quando si gioca con la Fortuna e con gli Orchi, è l'originale ricetta in cui il sapersi arrangiare è l'ingrediente fondamentale della pozione "e vissero per sempre felici e contenti", è il momento in cui la magia di un mondo, quello dei bambini, incontra il mondo della Magia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento