menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20090815072537_mhanna

20090815072537_mhanna

Stefano Mhanna e la Kiev Women String Orchestra a Ischia

Ischia - Un vero e proprio evento organizzato dal Maestro Carmine Pacera, una perla nel cartellone concertistico di Borgo in Musica 2009 Ormai è un appuntamento fisso di questo mese di agosto. I grandi appuntamenti con la musica d'autore...

Un vero e proprio evento organizzato dal Maestro Carmine Pacera, una perla nel cartellone concertistico di Borgo in Musica 2009
Ormai è un appuntamento fisso di questo mese di agosto. I grandi appuntamenti con la musica d'autore napoletana e classica nella cornice naturale del Parco Nenzi bozi ad Ischia Porto, sono la meta di queste calde serate di agosto di tanti tra turisti e residenti dell'intera isola d'Ischia.
"Questa rassegna musical-culturale ha il pregio - ci racconta il Maestro Carmine Pacera - di riuscire a combinare la grande musica classica internazionale, con la musica d'autore napoletana che è un ero e proprio tesoro nazionale. Quello di questa sera sarà un concerto unico nel suo genere. La Kiev woman String Orchestra è una formazione di levatura internazionale e il solista, Stefano Mhanna è l'enfant prodige del violino. Presenteranno Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi."
La Kiev Woman String Orchestra (formazione interamente femminile) è stata fondata nel gennaio 1991. Fino ad oggi ha eseguito più di 900 concerti. L'orchestra ucraina ha eseguito concerti in quasi tutta l'Europa: Ucraina, Polonia, Francia, Lussemburgo, Russia, Francia, Spagna, Germania. Il vasto repertorio dell'orchestra include composizioni di epoche differenti, dalla musica degli anni medioevali fino alla musica moderna: A. Vivaldi, G.B. Pergolesi, J.S. Bach, W.A. Mozart, P. Chaikhovski, A. Dvorak, B. Britten, D. Shostakhovich, S. Rachmaninov, E. Grieg ed altri.Nell'arco della sua esistenza, l'orchestra ha suonato più di 100 grande composizioni, soprattutto con solisti.Ha avuto la possibilità di suonare con dei grandi solisti come Tadeuch Kerner (USA), Igor Olovnikov (Bielorussia), Vladimir Ditz (Russia, Mosca), Vladislav Blaha (Czechia), Urosh Doichinovich (Slovenia), Francesco Manara, Massimo Polidori, Giovanni Angeleri, Katia Ricciarelli e tanti altri. Ogni anno l'orchestra è stata invitata al Festival Internazionale di Chitarra in Gomel. Riconoscimenti e l'alto livello musicale e professionale vengono apprezzate dal direttore del Conservatorio di Kiev Vitaly Kataiev, famoso critico e direttore Ucraino.
Stefano Mhanna è nato a Roma l' 11 luglio del 1995, da padre medico e madre psicologa. Precoce, inizia molto presto a leggere le note, a suonare il pianoforte e poi il violino, che diventa il suo strumento. Vincitore di cinque concorsi nazionali e due internazionali, si distingue già all' età di sei anni, quando verrà notato dall' Osservatore Romano per la sua esecuzione dell' Ave Verum di Mozart; entra nel Conservatorio Santa Cecilia di Roma a sette anni e frequenta la classe del M° Giovanni Antonioni, continuando a perfezionarsi.

Suona Bach e Paganini all' età di sette anni a Palazzo Barberini, per la seconda edizione del Premio Musica Roma, si esibirà in seguito anche al Teatro Argentina di Roma in rappresentanza del suo Conservatorio in occasione del Concorso Ministeriale Conservatori ed Accademie, ricevendo elogi ed apprezzamenti dal M° Uto Ughi durante il Telegiornale di Rai 1. A nove anni riceve un' ulteriore menzione speciale dalla Società Umanitaria di Milano, suonerà poi a Sant' Agnese in Agone. Riscuote, a soli 10 anni, un enorme successo per l' esecuzione del Concerto in re magg. Op. 35 di P.I. Tschaikowski, e per questo gli viene assegnato un importante riconoscimento dalla Società Italiana Autori ed Editori. Appare e suona in diverse trasmissioni RAI e Mediaset. Diversi quotidiani parlano di lui ed anche giornali specialistici come il Viva Verdi. Nel giugno 2006, in occasione della commemorazione di Alberto Sordi nel giorno del suo compleanno, suona alcuni Capricci di N. Paganini. A novembre 2006 suona all' Accademia di Tirana in Albania, per l' Istituto Italiano di Cultura, e si esibirà anche il 31 marzo 2007 in occasione della seconda edizione del Concerto di Roma in favore dei bambini Down. Il 10 luglio 2007 si diploma presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, con il punteggio di 10 con lode e menzione speciale, non si ricorda, nella pluricentenaria storia di tale Conservatorio, il caso di un così giovane studente che riesca a conseguire il diploma tanto velocemente e con una votazione così alta. Dispone di un repertorio che comprende numerosi titoli, circa 40 concerti con l' orchestra, oltre 50 Sonate e pezzi con pianoforte e numerose composizioni per violino solo. Ad ogni modo parlare di repertorio è per lui superfluo, viste le sue capacità e la velocità con cui ha approccio ad ogni tipo di partitura. La naturalezza con cui esprime la sua essenza musicale suscita una miriade di emozioni in chi lo ascolta, sembra fondersi con la musica che esegue coinvolgendo tuttavia la realtà che lo circonda.
Una grande Orchestra per un concerto unico ed indimenticabile e che vi dà appuntamento alle ore 22.00 nel centralissimo Parco Nenzi Bozzi di Ischia (ingresso 8,00 euro).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento