A Palazzo Benucci la presentazione del libro del musicista Jennà Romano

La storia di un ragazzo di provincia alla costante ricerca del proprio posto nel mondo che affida alle corde di una chitarra i suoi sogni. Il ritratto intimo di un uomo che ha consacrato la sua vita alla musica. Il libro con album del compositore e musicista Jennà Romano, "Il lanciatore di donne e altri racconti. Nove storie da sentire e nove canzoni da leggere" (Edizioni Spartaco), è un viaggio letterario in cui si fondono note e parole: a ogni racconto si accompagna un brano da ascoltare e scaricare attraverso qr code o link. E domenica 2 agosto, alle 21, con ingresso gratuito, nella corte di Palazzo Benucci, in via Tari 30, a Santa Maria Capua Vetere, nell’ambito della rassegna “Racconti di una notte di mezza estate” organizzata da Teatro Fabbrica Ola', con la direzione artistica di Rino Della Corte, Jennà Romano userà la voce per raccontare e cantare, accompagnato stavolta in questa narrazione in musica, dal pianista, cantautore e insegnante Antonio Del Gaudio. A conversare con i due artisti, Tiziana Di Monaco di Edizioni Spartaco.

IL LIBRO

L’heavy metal della sua infanzia erano i rintocchi dei martelli nella bottega di mannese del nonno: echi striduli, vibrati, ferrosi, come le distorsioni di Hendrix. Quei giorni odoravano di fagioli, bolliti nel retrobottega della merceria della madre, un profumo misto all’aroma di caffè. Un tempo che sapeva di estate, di terra e sudore, di galoppate selvagge in sella a una vecchia bicicletta senza freni. «In certi momenti l’immobilità di quei colori riaffiora, è una pianta rampicante che velocemente si fa strada, e io resto pietrificato come una colonna quando penso a quante cose non torneranno». A quante persone non torneranno. E l’amore. Malinconico come una ballad, dirompente come un assolo di chitarra elettrica, profondo e vellutato come il tocco di un basso, Il lanciatore di donne e altri racconti è un libro composto come musica, da leggere come uno spartito. Jennà Romano ci mette se stesso come sul palco: ogni battuta è una scena, ogni rigo è uno spaccato di vita vissuta, il refrain sono i ricordi popolati di volti cristallizzati, un pezzo palpitante della sua sensibilità di artista. Nove storie che trovano, nella scrittura di Romano, due forme per esprimersi: canzoni e racconti.

L'AUTORE

Jennà Romano (1969), leader dei Letti Sfatti, è compositore, cantante, chitarrista e curatore di tutte le produzioni del gruppo che, nel 1999, ha vinto il Premio Ciampi per la ricerca musicale. Ha suonato, scritto canzoni e collaborato con Francesco Tricarico, Francesco De Gregori, Arisa, Patrizio Trampetti, Tony Esposito, Franco Del Prete, James Senese, Lucio Dalla e Fausto Mesolella. Con Erri De Luca nel 2011 ha firmato il libro con dvd Questa città (musiche dei Letti Sfatti). Alcune sue canzoni sono oggetto di studio alla Yale University in Usa. Con il docu-film Minerali sconosciuti, è stato scelto nel 2013 per Les Rendez-Vous Québec Cinéma in Canada. È del 2014 il Premio Masaniello (Napoletani protagonisti nel mondo). Produzioni discografiche recenti sono: Peppe Lanzetta Non canto non vedo non sento (2017) che vede anche la collaborazione di Franco Battiato, Abbracciami fortissimo di Tricarico e A Milano non c’è il mare di Tricarico con la partecipazione di Francesco De Gregori (2019), Ogni giorno rischio di essere felice dei Letti Sfatti (2019).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Dinosauri alla Reggia fino al 2 novembre

    • dal 23 ottobre al 2 novembre 2020
    • Parco Maria Carolina
  • Riapre il Museo di Parete con le 'Presenze Contemporanee'

    • dal 11 ottobre al 22 novembre 2020
    • Parete Art Museum
  • Il "Mitreo Film Festival" celebra la giovinezza dei suoi 20 anni

    • Gratis
    • dal 18 al 31 ottobre 2020
    • Teatro Garibaldi
  • Il Teatro di Corte della Reggia apre per 3 giorni

    • fino a domani
    • dal 22 al 24 ottobre 2020
    • Reggia di Caserta - Teatro di Corte
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    CasertaNews è in caricamento