Cultura

Grande Orchestra Reale, Di Muro: 'Maestro Accardo come Maradona'

Santa Maria Capua Vetere - La conferenza stampa di ieri, nel salone degli specchi del teatro "Garibaldi" di Santa Maria Capua Vetere, ha avuto i toni del "brindisi di famiglia", la stessa atmosfera che ha accolto la Grande Orchestra Reale quando...

163331_grandeorchestra

La conferenza stampa di ieri, nel salone degli specchi del teatro "Garibaldi" di Santa Maria Capua Vetere, ha avuto i toni del "brindisi di famiglia", la stessa atmosfera che ha accolto la Grande Orchestra Reale quando ancora molti ne ignoravano l'esistenza.
Per mesi, due giorni alla settimana per le prove, il teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere è stato messo a disposizione dei centoventi elementi della GOR, tra musicisti e coro, affinchè strutturassero quello che l'imprenditore Gennaro Vitiello ed il maestro Mario Ciervo avevano in mente da almeno due anni: la prima orchestra sinfonica della Campania, con le radici piantate nell'unica provincia priva di Conservatorio e pronta ad accogliere i talenti e i docenti dei quattro Conservatori della Campania da proiettare in contesti internazionali. "Quando Gennaro Vitiello mi ha proposto l'idea, da amico ancor prima che in veste di presidente della GOR - ha spiegato il sindaco Biagio Maria Di Muro - ho solo dovuto verificare la possibilità di accettarla. Ma l'entusiasmo per un'iniziativa, che coniuga insieme cultura, lavoro e futuro, ha aiutato me e la mia amministrazione ad individuare l'incastro giusto per dire sì senza ombra di dubbio. E oggi siamo fieri di aver condiviso un'impresa coraggiosa e giusta, ed orgogliosi di poter dire che la GOR, al teatro "Garibaldi" di Santa Maria Capua Vetere, ha avuto casa. Il regalo del maestro Salvatore Accardo qui il 15 marzo prossimo, poi, premia tutta la città , la sua cultura e il prestigio ereditato dalla storia".

E mentre l'assessore alla Cultura di Santa Maria Capua Vetere Carlo Troianiello ha invitato la stampa ad assistere la prossima settimana alla prima prova della GOR con il coro per la "Madama Butterfly", il maestro Mario Ciervo, direttore artistico e direttore principale della GOR, ha presentato ai giornalisti in sala un'ulteriore eccellenza voluta al suo fianco. "Ho voluto con me i colleghi docenti del Conservatorio di San Pietro a Majella, insieme ai maestri con i quali ho avuto l'onore di lavorare nel corso degli anni. Tra questi il maestro Giuseppe Polese, ex corista del teatro San Carlo di Napoli e oggi collaboratore della GOR in qualità di direttore del coro della Grande Orchestra Reale".
Ed il maestro Polese, fondatore nel 1981 dell'associazione pluripremiata "Jubilate Deo" di Torre del Greco, ha commentato: "Accogliere talenti, formarli in seno ad una struttura di prestigio internazionale, meritare l'attenzione del pubblico "assetato di qualità" è quanto di meglio si possa sperare a coronamento di una carriera rivolta alla formazione e ai giovani. Ed io sono fiero di essere stato chiamato ad essere parte di questo sogno coniugato al presente e al futuro, e ringrazio il maestro Ciervo per la stima accordatami e il presidente Vitiello per la lungimiranza illuminata che ha dimostrato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande Orchestra Reale, Di Muro: 'Maestro Accardo come Maradona'

CasertaNews è in caricamento