menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
162830_rosaria_aprea

162830_rosaria_aprea

Miss Italia, appello del sindaco Munno per sostenere Rosaria Aprea

Macerata Campania - Ci sarà tutta la città di Macerata Campania a sostenere Rosaria Aprea, la giovanissime che fu vittima di un grave episodio di violenza da parte dell'ex fidanzato. Manifesti e un maxischermo per sostenere la 21enne nella finale...

Ci sarà tutta la città di Macerata Campania a sostenere Rosaria Aprea, la giovanissime che fu vittima di un grave episodio di violenza da parte dell'ex fidanzato. Manifesti e un maxischermo per sostenere la 21enne nella finale di Miss Italia. I concittadini, sindaco in testa, si prepara a sostenere la candidatura di miss Coraggio alla più bella d'Italia. A comunicarlo è stato proprio il primo cittadino Luigi Munno. Il prossimo 10 settembre, giorno del 22/o compleanno di Rosaria, saranno affissi dei manifesti non solo a Macerata ma in tutto il territorio casertano. Le finali saranno proiettate in diretta, su un schermo allestito in piazza. Dal primo cittadino di Macerata Campania, infine, un appello alla popolazione affinché voti per Rosaria che, ha sottolineato, "è riuscita a riprendere in mano la sua vita dopo un tragico evento: dopo l'aggressione subìta, finalmente potrà riscattarsi".
cco la scheda di Rosaria Aprea: Nata a Santa Maria Capua Vetere il 10 settembre 1992, Rosaria abita a Macerata Campania (CE), è alta 1,80, fa la hostess in alcuni eventi, ma attualmente è senza lavoro. È mamma di un bimbo, Mauro. Rosaria ha subito atti di violenza da parte dell'ex compagno ma ha avuto il coraggio di denunciare e per questo è diventata il simbolo della violenza subita dalle donne e nello stesso tempo della loro voglia di reagire e di ricominciare una nuova vita. Lei stessa afferma di vivere il suo secondo tempo, per lei Miss Italia è un sogno ma anche un'opportunità per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema dello stalking; vorrebbe aiutare le persone che hanno subito le sue stesse violenze affinché non abbiano paura a denunciare il loro persecutore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Mille “furgoni lumaca” in autostrada contro le chiusure

  • Cronaca

    Boom di guariti nel casertano, contagi in calo

  • Incidenti stradali

    Muore a 25 anni dopo un drammatico incidente in auto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento