menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
152608_buona_stella_verdone_cortellesi_delaurentiis

152608_buona_stella_verdone_cortellesi_delaurentiis

Sotto una buona stella Carlo Verdone torna nelle sale con Paola Cortellesi

Napoli - "Il mio Napoli è sotto una buona stella". Con questo ideale "claim" che unisce in un felice titolo calcio e cinema, Aurelio De Laurentiis ha presentato ieri il nuovo film prodotto dalla Filmauro: "Sotto una buona stella", scritto e...

"Il mio Napoli è sotto una buona stella". Con questo ideale "claim" che unisce in un felice titolo calcio e cinema, Aurelio De Laurentiis ha presentato ieri il nuovo film prodotto dalla Filmauro: "Sotto una buona stella", scritto e diretto da Carlo Verdone, che esce nelle sale italiane il 13 febbraio.
Al fianco del Presidente, nella conferenza stampa svoltasi all'Hotel Vesuvio, il co-produttore Luigi De Laurentiis ed i due protagonisti principali della pellicola: Carlo Verdone e Paola Cortellesi.
"E' un film che mette a confronto ed allo stesso tempo accomuna due generazioni - dice De Laurentiis - è una storia che parla di un uomo che si trova improvvisamente a dover convivere con due figli che non vede da anni. Si crea un rapporto burrascoso in cui appare improvvisamente una figura femminile che attraverso l'amore riunisce il nucleo familiare e cambia la vita del protagonista".
"Con Verdone siamo al decimo film insieme, Carlo è una icona del cinema italiano e con Paola Cortellesi forma una coppia esplosiva. Paola è straordinaria, è una show girl completa: sa cantare, ballare, recitare, è autrice e presto girerà anche un suo film. Questa è una delle opere più complete e mature di Verdone e sono felice che esca a San Valentino perché è un film beneagurante per le storie d'amore. Il cinema fa riflettere, sognare ed innamorare. E questo lavoro racchiude tutti quanti questi aspetti fondamentali della vita".
Sotto una buona stella è anche il Napoli di De Laurentiis?"Sì, devo dire che da quando sono Presidente azzurro, il Club ha avuto una continua crescita e non ci siamo mai fermati. Non a caso siamo passati dal 500esimo posto del ranking al 20esimo in pochi anni. E così proseguiremo con il nuovo progetto iniziato con l'Era Benitez. Il nostro è un mosaico che si sta completando, che ha avuto nuovi tasselli e che ha cambiato anche modalità di gioco, per avere una espressione ed un profilo più internazionale".
Anche Luigi De Laurentiis offre uno spaccato sociologico e generazionale nel presentare il film: "E' una storia molto divertente ma che offre anche tanti spunti di riflessione. Un uomo che ha successo nel lavoro si trova a dover fare improvvisamente il "mammo" per dissesti economici e familiari. Si innesca uno scontro generazionale padre-figli che grazie poi all'incontro quasi casuale con una vicina di casa riesce a rasserenarsi. Carlo Verdone è un mito del nostro cinema e devo dire che il suo connubio con Paola Cortellesi contribuisce a dare ancor più forza ed intensità al film. Abbiamo pensato di far debuttare la pellicola nel week end di San Valentino perché ci sembra un film perfetto per raccontare l'amore che rappresenta la vera buona stella universale che può davvero cambiare la vita di tutti noi".
Eccolo Carlo Verdone che racconta la genesi del film: "Per la prima volta forse ho scritto un soggetto molto ad ampio raggio, anche lontano dal mio modo di essere, perché è un racconto affascinante per il quale mi sono messo totalmente al servizio della storia. Un film originale che accomuna più anime, quella divertente ma anche quella giovanile e creativa, e che mette a fuoco un conflitto generazionale, con sincerità ma anche tanto amore".
"Era da tempo che pensavo di girare e scrivere un film anche sul personaggio di Paola Cortellesi. Le ho proposto tempo fa di fare un lavoro insieme e devo dire che ci avevo visto giusto, perché tra le tantissime attrici che ho cercato di valorizzare, Paola ha una capacità scenica innata, tempi di recitazione naturali ed è così come la si vede, genuina e di grandissimo talento".

Una settimana intensa anche dal punto di vista sportivo per Verdone che si gioca in maniera spiritosa ma anche appassionata il derby Napoli-Roma con De Laurentiis: "Sì, io sono di Roma e sono romanista dalla nascita praticamente. Io ed Aurelio ci facciamo sempre schermaglie ironiche e divertenti prima dei match con il Napoli. Che dire: avete una squadra molto forte in attacco, noi forse siamo più solidi in difesa. Credo che possa esserci un gran futuro per entrambi i Club. Sono certo che sia Napoli che la Roma siano sotto la buona stella".
Infine Paola Cortellesi, la vera rivelazione, ormai certezza, dello spettacolo italiano. Una straordinaria versatilità messa in mostra anche in questo suo primo film con Verdone: "Devo dire che non ho mai avuto una tale gioia di interpretare un film e di stare sul set come questa che ho vissuto con Carlo. Tra noi c'è una sintonia a pelle che ci ha portati a girare con naturalezza e grande divertimento tutto il copione. Quando Carlo mi propose di fare un film insieme sul palco di Zelig pensavo che fosse una cosa detta così per cortesia. Invece no, mi ha chiamata sul serio e ribadisco che è stata l'esperienza più bella della mia vita su un set cinematografico. Il film è brillante, divertente, anche intenso in molte fasi, e sono certa che il pubblico rintraccerà tantissimi spunti per rivedersi anche nei protagonisti attraverso i sentimenti che animano la nostra vita quotidiana. E' un film che parla di amore a tutto tondo e per questo è giusto e suggestivo che esca nelle sale il giorno prima di San Valentino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

AstraDay, prenotazioni ‘accavallate’: l’Asl cambia gli orari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento