menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
105559_citta_sotto

105559_citta_sotto

La Citta' sotto la Citta' 2014 - Presentata in Comune la V edizione

Santa Maria Capua Vetere - "Va riconosciuto il merito di un'amministrazione comunale che prevede fondi dadestinare alla cultura. E' la cultura, a mio avviso, che può dare spazio alla crescita sociale ed economica di una città". Con queste parole...

"Va riconosciuto il merito di un'amministrazione comunale che prevede fondi dadestinare alla cultura. E' la cultura, a mio avviso, che può dare spazio alla crescita sociale ed economica di una città". Con queste parole la dottoressa Ida Gennarelli, Funzionario dell'Ufficio Beni Archeologici di Santa Maria Capua Vetere, ha presentato la V edizione de 'La Città sotto la Città' in programma dal 25 al 28 settembre. La kermesse che svela i tesori archeologici custoditi al di sotto degli edifici moderni di Santa Maria Capua Vetere mira a sensibilizzare la popolazione sull'immenso patrimonio archeologico dell'antica Capua e individuare monumenti da inserire in un progetto di museo diffuso.

L'edizione 2014 amplia i propri orizzonti. Oltre ai monumenti già inseriti nei precedenti appuntamenti i confini vengono estesi anche ai comuni di San Tammaro, Curti, Macerata Campania, Recale e San Prisco con visite guidate tra i tesori che normalmente non sono aperti al pubblico e 'Percorsi di luce' nell'Anfiteatro Campano. A presentare l'evento, oltre al sindaco di Santa Maria Capua Vetere Biagio Di Muro, anche i primi cittadini di San Tammaro Emiddio Cimmino e Recale Patrizia Vestini, il presidente del consiglio comunale della città del Foro Dario Mattucci e il delegato al Marketing territoriale Rosario Lebbioli.
"Due le principali novità di quest'anno - ha spiegato l'assessore al Marketing Territoriale del Comune di Santa Maria Capua Vetere Rosario Lebbioli - la prima è la partecipazione di numerosi comuni, una fusione che diventa ricchezza. In secondo luogo, come sottolineato anche dallo slogan scelto "in concerto... con l'archeologia" i tre eventi previsti con artisti di spicco del panorama musicale italiano e internazionale quali gli Stadio, Alex Britti e Fabrizio Bosso. Ciò che ha motivato queste scelte è l'attrazione di un'utenza ancora più vasta rispetto agli anni precedenti al fine di contribuire ad una crescita economica diretta e indiretta attraverso l'incremento delle presenze nella nostra città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento