menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa delle Arti: Mario Schiavone e Pio del Prete chiudono rassegna

Succivo - Terminerà con Mario Schiavone e Pio del Prete la programmazione culturale di Settembre dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Succivo entrambi gli eventi si terranno nella Cavea della Casa delle Arti in Corso Sicilia a Succivo...

Terminerà con Mario Schiavone e Pio del Prete la programmazione culturale di Settembre dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Succivo entrambi gli eventi si terranno nella Cavea della Casa delle Arti in Corso Sicilia a Succivo.
Venerdì 26 Settembre alle ore 18:30 il primo "Incontro con l'autore" con Mario Schiavone, giovane esordiente che riesce ad offrirci un libro, piccolo ma dallo stile unico e definito, che apre la strada ad ulteriori pubblicazioni all'altezza delle aspettative di chi ha già letto "BINARIO 24" - Epika Edizioni Bologna. Un racconto, questo, intenso e vivo che ha come scenario un luogo ordinario: "Una stazione ferroviaria", un posto di tutti e di nessuno, dove si intrecciano attese, partenze ed arrivi. Modererà e intervisterà l'ospite il professore e giornalista Giampaolo Graziano.
Accompagnerà la presentazione la voce recitante di Pio Del Prete, attore con numerose esperienze teatrali, cinematografiche e televisive e il sottofondo musicale del Contrabbasso di Luca Varavallo, diplomato al Conservatorio di Napoli, la mente classica dell'Head Trio Project che ama applicare, al suo strumento, distorsioni e delay tipici, solitamente dei chitarristi.

Il 30 Settembre sempre dalle 17:30 sarà la volta della rappresentazione "Memorie del Cuore - Storie di un eccidio Atellano" uno spettacolo/monologo, accompagnato da percussioni dal vivo, che parla in modo crudo e realistico della storia della popolazione di Orta di Atella, in riferimento all'eccidio avvenuto nel 43 da parte dei tedeschi nei confronti degli ortesi sulla attuale provinciale Caivano Aversa _ Via dei Martiri. Tale performance è liberamente ispirata al libretto, in Ricordo dei Martiri Atellani, del professore Achille De Marco. L'adattamento è curato da Pio Del Prete, attore atellano formatosi presso l'università dello spettacolo di Napoli nel 1996, allora diretta da Massimo Ranieri e Ernesto Calindri. Inizia il suo percorso professionale attoriale all'età di 22 anni, quando entra a far parte della compagnia di Tato Russo del Teatro Stabile Bellini di Napoli. Da allora continua la sua formazione con seminari e stage, tenuti da maestri come Danio Manfredini, Wanda Marasco, Rino Buonanno e Antonio Iavazzo. Attualmente è direttore artistico del Ristorart da Pio, dove cura la programmazione jazz, progetti musicali inediti e canzoni d'autore.
Alle Percussioni Pasquale Marchese, fotografo percussionista batterista, maestro di ju jitsu e aikido. Inizia gli studi musicali con Franco Del Prete nel 1980, per continuare con Ettore Fioravanti della scuola del testaccio a Roma ed il maestro Jeanne Pierre Favre. Vanta collaborazioni con musicisti di calibro nazionale, come il chitarrista Giovanni Conversano ed il bassista Gino Frattasio, con i quali ha registrato due album. Negli ultimi anni ha collaborato con il pianista Lorenzo Maria Natale chiudendo un bellissimo progetto quale: My Family.Uno spettacolo in orario insolito in quanto svolto in collaborazione col Circolo Didattico di Succivo e che vedrà la partecipazione di una rappresentanza delle classe medie accompagnate dal Professore Andrea Donelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento