menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
085729_sanfrancesco

085729_sanfrancesco

Si raccolgono firme per il restauro statua di San Francesco

Maddaloni - In questi giorni la comunità francescana maddalonese vive un momento particolare, ovvero la Festa del fondatore, San Francesco d'Assisi.Provvidenzialmente in vista della preparazione del trono della statua del Santo, normalmente...

In questi giorni la comunità francescana maddalonese vive un momento particolare, ovvero la Festa del fondatore, San Francesco d'Assisi.Provvidenzialmente in vista della preparazione del trono della statua del Santo, normalmente collocata in una delle nicchie (quella sulla sinistra di chi guarda) della quarta cappella sulla destra di chi entra nella chiesa, da realizzarsi sul sacrato, è emerso che l'antica immagine richiede un intervento di restauro piuttosto urgente. La statua di san Francesco d'Assisi è una scultura di lignea ed è policroma. L'opera è alta 158 cm e secondo gli studiosi è della metà del XVIII secolo di stile napoletano anche se probabilmente di fattura locale, data la numerosità di artisti scultori lignei in quel periodo e di indiscussa bravura e le cui prestazioni erano ricercate anche nella Capitale. Essenzialmente la stessa è stata sempre ben custodita nel tempo anche se, data l'antica il logorio del tempo non è arrestabile. La statua policroma presenta occhi di vetro. La raffigurazione del fondatore dei frati lo vede posto in piedi con addosso il vestito del Saio del proprio ordine di appartenenza e fondazione. Dal vestito, emerge nella descrizione, la fuoriuscita dei piedi. Per la descrizione va detto che il Santo è ripreso nel momento di portare la mano sinistra al petto, che stringe a se il crocifisso, mentre quella destra è protesa in avanti e verso il basso in segno di accoglienza. Lo sguardo del Santo è sofferente e si rivolge al cielo. La figura presenta visibilmente i segni delle stimmate sulle mani e sul costato. L'immagine è posta si di una base con rialzo dipinto con tinta di marmo verde con venature.
In vista del delicato intervento, la comunità francescana di Maddaloni, chiede a ciascuno, o comunque a chi può, secondo le sue possibilità, un piccolo contributo per salvaguardare la piccola statua che negli ultime tre secoli ha contribuito, con l'esperienza della comunità francescana, a dare un segno tangibile della presenza del messaggio del "poverello d'Assisi" a Maddaloni. La sottoscrizione nasce anche dalla esigenza in se di salvaguardare l'opera d'arte facente parte del patrimonio storico artistico maddalonese.Per dare il proprio contributo è possibile rivolgersi alla sagrestia della Chiesa di San Francesco, in via San Francesco d'Assisi a Maddaloni. Per maggiori informazioni e contatti: Telefax 0823434779; Cell. 3472968637 E-mail: edosc@libero.it oppure è possibile consultare il portale web è www.centrostudifrancescani.it .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento