menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
081125_Albertazzi2

081125_Albertazzi2

Al Settembre al Borgo Giorgio Albertazzi mattatore al Duomo di Casertavecchia

Caserta - È il momento clou della "Grande notte shakespeariana" voluta dal direttore artistico Nunzio Areni per festeggiare - e ricordare - i 450 anni dalla nascita di William Shakespeare. "E' molto emozionante stare qui in mezzo a tutti questi...

È il momento clou della "Grande notte shakespeariana" voluta dal direttore artistico Nunzio Areni per festeggiare - e ricordare - i 450 anni dalla nascita di William Shakespeare. "E' molto emozionante stare qui in mezzo a tutti questi santi". Giorgio Albertazzi rompe il ghiaccio con una battuta mostrandosi al pubblico nel Duomo di Casertavecchia. Cambio di location resosi necessario a causa delle condizioni meteorologiche poco favorevoli. Nel pomeriggio Albertazzi si è intrattenuto in piazza Duomo dove ha incontrato un gruppo di giovani attori del laboratorio di teatro classico diretto da Maurizio Santoro, studenti del Liceo Manzoni. "Il teatro classico è sempre eterno ed attuale - ha detto -, Shakespeare ne è l'esempio più calzante". Mentre era in corso l'incontro, gli attori del Nuovo Spazio Teatro hanno messo in scena, come tutte le sere alle ore 19.30, la 'Lucrezia vendicata'. Albertazzi ha seguito la rappresentazione ed entusiasta ha affermato: "Sono ammirato dalla bellezza fisica dello spettacolo, intesa come attitudine ad attirare sguardi e presenza scenica. Questo borgo è bellissimo e con questa nuova idea di festival qui si respira la cultura, un qualcosa di vibrante che si sente nell'aria". La sua vena ironica ha fatto da preludio allo spettacolo all'interno del Duomo. "A vedermi - ha detto strappando sorrisi al pubblico presente - probabilmente vengono in tanti, perché pensano che potrebbe essere l'ultima volta, ma mia nonna è morta a 106 anni, c'è ancora tempo". Quel tempo che sembra fermarsi quando inizia con fierezza a recitare. Prima però saluta l'amico Massimo Lopez, presente in sala, e legge una critica pubblicata sul Financial Time: "L'Amleto recitato da Albertazzi lo ricordi per tutta la vita". Quella andata in scena è stata una vera e propria lezione di teatro, un momento coinvolgente reso ancora più intimo dalla splendida location. Cala il silenzio ed inizia il suo Amleto al termine del quale un lungo applauso. Senza fermarsi ha proseguito con Giulio Cesare, le Idi di Marzo, poi un sonetto e alla fine un omaggio a Leopardi con l'indimenticabile 'Infinito'. 'Settembre al Borgo' continua domani, 3 settembre, con la notte dedicata ad Eduardo De Filippo, un tributo a 30 anni dalla sua morte. Alle ore 18.30 nel Duomo di Casertavecchia, spettacolo gratuito, "Tà-kài-tà" con Enzo Moscato e Isa Danieli. Alle ore 20.45 al Teatro della Torre a "Eduardiana". Giorgio Albertazzi, Michele Placido, Alessandro Preziosi, Lina Sastri, Serena Autieri, Mariangela D'Abbraccio saliranno sul palco per interpretare il 'loro' Eduardo. Lo spettacolo 'teatralmusicale', è ideato da Nunzio Areni e Antonio Sinagra e chiude la giornata tributo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento