menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
080033_MusicaRediviva_2014

080033_MusicaRediviva_2014

Al Borgo di San Mauro musiche rinascimentali

Alvignano - Con il 12° concerto , prima della breve pausa agostana e della ripresa ai primi di settembre, la XXI edizione del festival di musica medievale rinascimentale e barocca "Il Trionfo del Tempo e del Disinganno" offre un concerto di...

Con il 12° concerto , prima della breve pausa agostana e della ripresa ai primi di settembre, la XXI edizione del festival di musica medievale rinascimentale e barocca "Il Trionfo del Tempo e del Disinganno" offre un concerto di musiche rinascimentali previsto Venerdì 8 Agosto 2014, ore 19.30 ad Alvignano, Borgo di San Mauro Musiche delle splendide corti rinascimentali e affidato alla esecuzione del consort di strumentisti Musica Rediviva di Budapest, direttore Cecilia Szak. Ingresso libero.

Il Rinascimento nell'arte, nell'architettura e nella letteratura fu invenzione ed appannaggio pressoché esclusivo della cultura delle corti italiane. Artisti, architetti e poeti toscani, romani, lombardi e meridionali lo diffusero in tutta Europa. E con accenti che, in molti luoghi, non sortirono effetti sostanziali tanto che dal gotico fiorito quattrocentesco si piombò d'improvviso nel Barocco. Non altrettanto accadde per la musica. Innanzitutto perché le musiche del periodo compreso tra gli anni 1440 e i primi del 1600 non ebbero alcuna connotazione "umanistica" o di richiamo all'Antico in opposizione al mondo medievale ("barbarico"). Poi perché, a ben guardare, mancò una coerente ed uniforme unità linguistica, sia nell'ambito cronologico (almeno tre furono i periodi di circa 50 anni radicalmente e differentemente caratterizzati) sia in quello geografico (tante tradizioni culturali, tutte eredi della comune tradizione medievale dell'Ars Nova e dell'Ars Subtilior). Elementi accomunanti ed unificanti dei "Rinascimenti" musicali furono la matrice polifonica di origine franco-fiamminga (quando più e quando meno rigorosa e "gotica") e la nascente prassi di comporre brani strumentali non più destinati ad accompagnare le danze. Il programma propone un viaggio vastissimo tra mondi lontanissimi, dalle periferie culturali dell'Europa dell'epoca alle grandi capitali della moda e del sapere (le corti italiane), viaggio tutto ripercorso attraverso la musica strumentale appunto, privilegiando la famiglia delle viole (da gamba e da braccio) accompagnate dal liuto. Il tutto in costume e con strumenti copie di quelli antichi.
Il festival di musica medievale, rinascimentale e barocca "Il Trionfo del Tempo e del Disinganno", XXI edizione, è promosso dall'Associazione Culturale "Ave Gratia Plena" e dall'Associazione Culturale "Francesco Durante" in collaborazione con Associazioni e Comuni delle province di Napoli, Caserta, Campobasso, Benevento, Latina, e proseguirà con un fitto programma di eventi fino al 16 Ottobre. Programma completo sul sito: www.trionfo.altervista.org.Il concerto di Venerdì 8 Agosto è organizzato con il patrocinio e il supporto del Comune di Alvignano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento