Sabato, 15 Maggio 2021
Cultura

Si presenta 'Lamante di Cristo', libro ispirato a Mons Nogaro

Caserta - Giovedì 26 giugno ore 18.30 alla Feltrinelli di Caserta in Corso Trieste, 154, si terrà la presentazione del libro L'amante di Cristo (grauseditore) di Alessandro Zannini Intervengono: Geppino Fiorenza, referente regionale Libera...

075616_amante-cristo

Giovedì 26 giugno ore 18.30 alla Feltrinelli di Caserta in Corso Trieste, 154, si terrà la presentazione del libro L'amante di Cristo (grauseditore) di Alessandro Zannini Intervengono: Geppino Fiorenza, referente regionale Libera Campania; Mamadou Sy, Presidente Comunità Senegalese di Caserta; Mariastella Eisenberg, scrittrice.
Ispirato e dedicato alla figura di Monsignor Raffaele Nogaro, arriva in libreria il romanzo L'amante di Cristo (grauseditore) di Alessandro Zannini, romanzo che ripercorre la vita e alcuni episodi tratti dalla realtà, anche attraverso personaggi che rimandano a figure verosimili, che hanno incrociato e attraversato la vita di Monsignor Nogaro. Il volume verrà presentato lunedì 5 maggio nel salone parrocchiale della Chiesa del Buon Pastore, in piazza Matteotti a Caserta, con gli interventi di Don Antonello Giannotti, Adele Vairo e don Tonino Palmese. Modera Enzo Battarra. Troviamo nel libro il cardinale Hòffemberg, la piccola Ilaria, il ras politico Giuseppe Palmieri, don Luigi, sacerdote assassinato dalla camorra. Al centro Nogaro con la sua testimonianza di impegno, la sua figura emblematica, sempre in prima linea, sempre vicino a chi soffre, ai più deboli. Ma anche impegnato nelle battaglie civili, con la forza della semplicità, suscitando spesso scandalo proprio per le sue prese di posizione a favore degli ultimi, appoggiando battaglie di civiltà. In una recente intervista a proposito delle calunnie lanciate contro Don Peppe Diana ha detto, nel cui processo è stato testimone: "Ribattei con forza alle infamie scagliate contro don Peppe: frequentatore di prostitute, pedofilo, custode delle armi destinate a uccidere il procuratore Cordova. Infamie e accuse come strumento di martirio". E alla domanda su cosa ha seminato Don Peppe Diana risponde così: "Ha seminato il risveglio delle coscienze, la ribellione dei giovani che hanno bisogno di denunciare il male sociale". Un romanzo forte quello di Zannini, che intende celebrare, in vita, la figura di uno dei togati più impegnati nella lotta civile, in quelle terre che definisce "scempiate" e che non hanno confini geografici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si presenta 'Lamante di Cristo', libro ispirato a Mons Nogaro

CasertaNews è in caricamento