Martedì, 18 Maggio 2021
Cultura

Il pianista Genny Basso si esibira' al Duomo di Caserta

Caserta - Atteso appuntamento per gli amanti della musica classica a Caserta sabato prossimo.Nell'ambito delle celebrazioni della Santissima Vergine Addolorata del duomo, Madre e Regina dei Casertani, il pianista Genny Basso terrà uno speciale...

075153_pianista_Genny_Basso

Atteso appuntamento per gli amanti della musica classica a Caserta sabato prossimo.Nell'ambito delle celebrazioni della Santissima Vergine Addolorata del duomo, Madre e Regina dei Casertani, il pianista Genny Basso terrà uno speciale concerto in cattedrale.
Genny Basso è nato a Napoli il 29 agosto 1984. All'età di sei anni comincia lo studio del pianoforte sotto la guida del maestro Maurizio Romano, che lo affiancherà fino all'età di 14 anni, quando con la direzione artistica del maestro Antonio Avagliano affronta per la prima volta il grande pubblico in una serata a lui dedicata al Teatro Verdi di Salerno. Supera il test di ingresso alla Berkley School of Music in California, ma rifiuta il corso multidisciplinare offertogli gratuitamente per dedicarsi esclusivamente al pianoforte classico. Si reca a studiare in Irlanda e in Inghilterra dove, a più riprese, ha modo di sommare all'emozionalità partenopea l'aplombe della scuola anglosassone. L'impatto è forte, ma il connubio alla fine è felice: il concerto dato al Royal National Institute of Music in Hereford è un successo. Consegue a Napoli il diploma di maturità scientifica presso il liceo Bianchi. Affidato al Maestro Luigi Averna consolida definitivamente la tecnica pianistica e matura una vera formazione artistica che gli consentiranno brillanti risultati al Conservatorio di Napoli S. Pietro a Majella, presso il quale consegue con la valutazione di 110 e lode la laurea in pianoforte. Partecipa al 12° Concorso Nazionale di Musica "Città di Bacoli", conseguendo con il voto di 100/100 il primo premio assoluto. In più occasioni ha accompagnato in concerto altri strumenti e voci soliste, acquisendo una consistente esperienza cameristica. Nel corso degli ultimi cinque anni ha avuto modo di partecipare a masterclasses e corsi di perfezionamento in varie città di Italia ed anche all'estero con maestri quali Diedra d'Oil, Alexander Hintchev, Paolo Spagnolo, Laura De Fusco, ottenendo sempre notevoli riscontri.
Dopo il successo ottenuto quest'estate con i concerti del 1° e del 27 giugno scorso presso l'Auditorium Lamonica dell'Istituto Bianchi di Napoli e il 28 luglio presso la Biblioteca Comunale di Villaricca, il virtuoso pianista Genny Basso saluterà la calda stagione con due appuntamenti da non perdere.
Coloro che in questo periodo si trovano a Roma avranno la possibilità di ascoltare il Maestro venerdì, 13 settembre, alle ore 20:30 presso il Teatro di Marcello in occasione della XXV edizione dell'evento estivo "Notti Romane al teatro di Marcello". Per il pubblico campano c'è da aspettare soltanto 24 ore, infatti, sabato, 14 settembre, alla stessa ora, l'artista bisserà al nostro Duomo di Caserta deliziandoci con la celebre Sonata n. 2 in Si b Minore Op. 35 di F. Chopin, l'irriverente Mephisto Waltz di F. Liszt, le inconfondibili melodie iberiche di Granada e di Asturias del compositore I. Albéniz e, per finire, l'intensa e complicatissima esecuzione dei Trois mouvements de Petrouchka di I. Stravinskij.

Entrambi i recital pianistici daranno al concertista, dalle notevoli doti interpretative, l'occasione per salutare il suo amato pubblico prima di partire per Parigi, città in cui arte, musica e cultura sono considerate un patrimonio inestimabile, in cui musicisti e artisti sono accolti, protetti, stimolati e apprezzati. Il Maestro, infatti, dopo essere stato scoperto da un pianista di fama mondiale, frequenterà a Parigi una delle accademie più prestigiose al mondo, dove avrà modo di esprimere la propria creatività e di perfezionare sempre di più la sua formazione.
L'artista di Villaricca che, lo scorso luglio ha appassionato la sua città, alternando brani del repertorio di musica classica a quello classico napoletano, ha riscosso grandi consensi con la sua personale interpretazione di "Carmela" del compaesano Sergio Bruni, esibendosi in una versione molto particolare, estremamente suggestiva e introspettiva, dai toni malinconici, che toccano le corde più profonde dall'animo umano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pianista Genny Basso si esibira' al Duomo di Caserta

CasertaNews è in caricamento