Cultura

Beatificazione Della Venerabile Serva di Dio Maria Cristina Di Savoia, Regina Del Regno Delle Due Sicilie

Caserta - Sabato 25 gennaio 2014, alle ore 11.00, nella Basilica di S. Chiara in Napoli, Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Angelo Amato, SDB, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi e Rappresentante del Santo Padre...

075325_Cristina_savoia

Sabato 25 gennaio 2014, alle ore 11.00, nella Basilica di S. Chiara in Napoli, Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Angelo Amato, SDB, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi e Rappresentante del Santo Padre presiederà il Rito di beatificazione della Venerabile Serva di Dio Maria Cristina di Savoia, Regina del Regno delle Due Sicilie. L'Arcivescovo di Napoli, Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Crescenzio Sepe presiederà nella medesima occasione la solenne Eucaristia.
Maria Cristina di Savoia nacque a Cagliari il 14 novembre 1812, da Vittorio Emanuele I di Savoia e Maria Teresa d'Asburgo. Educata saggiamente dalla madre e guidata spiritualmente dall'olivetano padre Giovanni Battista Terzi, visse l'infanzia e la giovinezza nella corte di Torino e, dopo la morte del padre, a palazzo Tursi in Genova. La sua avvenenza, la sua cultura e le sue doti morali e spirituali fecero di lei la sposa più ambita dai sovrani dell'epoca. Il 21 novembre 1832 nel santuario di Nostra Signora dell'Acquasanta di Voltri (Genova), dopo lunghe trattative ed un prolungato discernimento, Maria Cristina si unì in matrimonio con Ferdinando II di Borbone. Il 30 novembre 1832 giunse a Napoli tra l'ammirazione e l'esultanza del popolo.
Accanto al giovane sovrano mantenne le sue religiose abitudini, espressione di una fede convinta e matura. Seppe illuminare con il consiglio e sostenere con la preghiera le decisioni del re. In seno alla famiglia reale e alla corte attuò una missione silenziosa ed efficace di testimonianza cristiana. Conquistò il popolo di Napoli con la sua sollecita e straordinaria carità. Mediante la sua intercessione salvò molti condannati a morte, ottenendo la commutazione della pena capitale. Tra le opere sociali da lei promosse va menzionata la riattivazione delle seterie del Real Sito di San Leucio di Caserta, a vantaggio dei coloni di quelle terre. Dopo aver chiesto insistentemente a Dio il dono della maternità, che sembrava tardare, coronò il suo breve regno con la nascita dell'erede, Francesco. Colta da febbre puerperale visse gli ultimi giorni nella piena adesione alla volontà di Dio, disponendo che si provvedesse ai poveri da lei assistiti anche dopo la sua dipartita. Morì nel palazzo reale di Napoli a mezzogiorno del 31 gennaio 1836, ripetendo le parole che avevano ispirato tutta la sua vita: "Credo in Dio, spero in Dio, amo Dio". Il suo sepolcro si venera nella Cappella di San Tommaso, nella basilica di S. Chiara di Napoli.

La causa di beatificazione prese avvio presso la Diocesi di Napoli nel 1852. Il 6 maggio 1937 Pio XI confermò l'eroicità delle virtù della Serva di Dio. La Causa è stata ripresa nell'anno 2004 con la nomina del Postulatore da parte dell'Associazione Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia. L'attento studio di una guarigione straordinaria, riconosciuta come miracolo operato da Dio per intercessione della Venerabile Serva di Dio lo scorso 2 maggio 2013, ha reso possibile l'odierna beatificazione.
Notizie più dettagliate possono attingersi alla pagina web: https://www.convegnidicultura.it/beatificazione.htm

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beatificazione Della Venerabile Serva di Dio Maria Cristina Di Savoia, Regina Del Regno Delle Due Sicilie

CasertaNews è in caricamento