menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
074848_NuovoSpazioTeatro

074848_NuovoSpazioTeatro

Tra magia e meraviglie si alza il sipario sul 44 'Settembre al Borgo'

Caserta - Parte la magia della 44esima edizione di 'Settembre al Borgo', con la direzione artistica di Nunzio Areni. Sono stati gli attori del Nuovo Spazio Teatro a tagliare simbolicamente il nastro del Festival impossessandosi della piazza del...

Parte la magia della 44esima edizione di 'Settembre al Borgo', con la direzione artistica di Nunzio Areni. Sono stati gli attori del Nuovo Spazio Teatro a tagliare simbolicamente il nastro del Festival impossessandosi della piazza del Duomo e mettendo in scena con forza dirompente la 'Lucrezia vendicata', tratta dal poema shakespeariano. E Shakespeare è stato proprio il primo dei tre temi centrali del Borgo delle Meraviglie, un viaggio itinerante con le strutture fisiche del borgo di Casertavecchia. I vicoli diventano testimoni di questo innamoramento virtuale con il pubblico sempre più coinvolto nella piece diventando essi stessi parte della scena. La meraviglia continua nel Duomo gremito con la performance di 'Les Trois Magnifiques'. Naseer Shamma (Liuto arabo), Ashraf Sharif Khan (Sitar) e Carlos Piñana (Chitarra flamenca), accompagnati da Miguel Angel Orango, (Percussioni) hanno incantato il pubblico con uno spettacolo musicale che ha fuso sonorità arabe, irachene e spagnole in un solo suono. Questo trio simboleggia la chiara fusione di culture musicali. "Le geografie delle nostre provenienze - ha dichiarato Naseer Shamma - sono assolutamente differenti ma l'anima, l'anima della musica che suoniamo insieme è assolutamente la stessa. È condividere una visione su un livello più alto della percezione; ecco perché la nostra musica vola senza prigioni. Non si tratta di suonare su dei normali stilemi di musica etnica; bisogna andare oltre, in quel luogo in cui tutto può avvenire. Diamo sempre molto spazio all'improvvisazione, questo ci fa sentire liberi e provoca un grande feeling fra noi ed il pubblico". Completo nero, pantaloni strappati e solito caschetto biondo impertinente, Irene Grandi ha chiuso la prima giornata del 'Settembre al Borgo' salendo sul palco del teatro della Torre con la sua band. E' stata 'Alle porte del sogno' ad aprire il suo 'Acoustica Tour', un percorso interiore con un crescendo di emozioni. Sulle note di 'Dolcissimo amore' si è entusiasmato intonando il famoso ritornello. "Casertavecchia è uno spettacolo nello spettacolo", così Irene Grandi ha salutato Caserta soffermandosi sulla suggestiva location che porta indietro nei ricordi e poi ha infiammato la platea con 'Bruci la città'. Intanto cresce l'attesa per il concerto di Peppino Di Capri, in programma per domani, 30 agosto, al Teatro della Torre di Casertavecchia. Il popolare cantautore napoletano canterà tre inediti: 'A voglia e cantà', 'Dimme addo stà', di Adriano Guarino e 'Capri Song' che fanno parte dell'album in uscita il prossimo ottobre, 'L'acchiappasogni'.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento