Cultura

Il magazine GQ di marzo dedica copertina a Toni Servillo

Caserta - La copertina di GQ di marzo è dedicata all'attore casertano Toni Servillo, protagonista de "La Grande Bellezza", la pellicola che ha riportato un Oscar all'Italia dopo 15 anni di astinenza nella categoria Miglior Film Straniero. Viene...

074711_Toni-Servillo-Gq-Marzo_310x412

La copertina di GQ di marzo è dedicata all'attore casertano Toni Servillo, protagonista de "La Grande Bellezza", la pellicola che ha riportato un Oscar all'Italia dopo 15 anni di astinenza nella categoria Miglior Film Straniero. Viene dopo altre due importanti cover, quelle de L'Uomo Vogue e di GQ di gennaio, con Paolo Sorrentino, che di quel film è il regista, e con Jared Leto, Miglior Attore Non Protagonista per Dallas Buyers Club. "Intelligenza, significato, senzo e cuore: questo è l'importante": Toni Servillo 54 anni, attore straordinario fotografato dal maestro Mario Dondero.
Ecco uno stralcio dell'intervista anticipata da CQ e che sarà presente in versione integra nel numero di marzo 2014 della rivista: «Né io né Paolo avremmo mai potuto immaginarlo. Ai tempi de L'uomo in più, Sorrentino era poco più di un ragazzo. Ruotava intorno alla comunità di Teatri Uniti, una factory che univa l'esperienza di Mario Martone e Antonio Neiwiller alla mia. Mi propose una sceneggiatura, ma io stavo portando in scena Il misantropo di Molière e con un atteggiamento un po' snobistico rifiutai persino di leggerla: "Ma cosa vuoi che mi freghi del tuo copione?". Allora Paolo e Angelo Curti, il mio produttore storico, ricorsero a un espediente. Finsero di rinunciare: "Lo facciamo leggere a un altro, non preoccuparti". Mossero l'amor proprio. Vinsero». Dunque, alla fine lesse. «E me ne innamorai immediatamente. Chiamai Paolo: "Questo film lo faccio subito".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il magazine GQ di marzo dedica copertina a Toni Servillo

CasertaNews è in caricamento