menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutto pronto per CineFortFestival 2013

San Marco dei Cavoti - "Cinema e territorio è il binomio che meglio esprime il concetto che ha ispirato il cammino di CineFortFestival…". Queste le parole scelte da Leandra Modola, ideatore e direttore artistico dell'evento, coadiuvata da Giorgio...

"Cinema e territorio è il binomio che meglio esprime il concetto che ha ispirato il cammino di CineFortFestival?". Queste le parole scelte da Leandra Modola, ideatore e direttore artistico dell'evento, coadiuvata da Giorgio Trotta, Massimiliano De Cesaris e dall'intera associazione Cinefort, per riassumere in breve il senso della rassegna che si svilupperà durante quattro serate: il 29 agosto a San Marco dei Cavoti, il 30 a Molinara, il 31 agosto e primo settembre a San Giorgio la Molara. Cinema perché il Festival, giunto alla sua quinta edizione, sta diventando ormai un appuntamento irrinunciabile per gli addetti ai lavori e semplici appassionati del cinema indipendente. Territorio perché, oltre ad ospitare il Festival, il Fortore è diventato anche una location di pregio, un set a cielo aperto per la realizzazione di cortometraggi prodotti nell'ambito dei CFF Lab, laboratori annuali coprodotti da CineFort mirati alla realizzazione di corti nei diversi Paesi. I Lab nascono infatti insieme al Festival, nascono "da e per" il CinefortFestival, ne sono parte integrante e linfa vitale e proprio per sottolineare questo legame che essi verranno proiettati, fuori concorso e in anteprima, durante le quattro serate dell'evento: CFF Lab San Giorgio la Molara con "The Drunkness" scritto e diretto da Gianni Cozzi, CFF Lab Molinara con "Il Clown" scritto e diretto da Davide Pannullo, Cortometristi-CFF Lab San Marco dei Cavoti con "Carbone Doro" soggetto di "Cortomestristi-CFF Lab San Marco dei Cavoti" e sceneggiatura e regia di Andrea Cocca, CFF Lab Ginestra degli Schiavoni con "Eraser - la bambina che cancellava con la gomma" da un'idea di Alberto Scarino, sceneggiatura e regia di Michele Salvezza.Alberto Scarino e Umberto Rinaldi, rispettivamente coordinatore produttivo e coordinatore artistico dei laboratori, si dichiarano soddisfatti del lavoro svolto: i corti prodotti, nonostante la complessità organizzativa derivante dalla gestione di 4 produzioni, sono molto diversi tra di loro sia nell'architettura che nella sostanza e costituiranno una varietà di opzioni interessante innanzitutto per il pubblico. Fondamentale è stato il ruolo dei coordinatori di ogni singolo laboratorio: Debora la Bella per San Giorgio la Molara, Claudia Gentilcore per Molinara, Eva de Corso per San Marco dei Cavoti, Alessandro Mansueto e Maria Moffa per Ginestra degli Schiavoni. Un importante supporto, sia al Festival che ai singoli laboratori, è stato dato dalle quattro amministrazioni comunali e dai rispettivi Sindaci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento