menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

18 settembre 2013, commemorazione della stage di Castel Volturno: verso listituzione di una 'Giornata della Memoria'

Castel Volturno - Mercoledì 18 settembre 2013 ricorre l'anniversario della nota "strage di Castel Volturno" e dal 2008 siamo impegnati nel mantenere vivo il ricordo di quelle vittime innocenti affinché, anche nel loro nome, le condizioni di vita...

Mercoledì 18 settembre 2013 ricorre l'anniversario della nota "strage di Castel Volturno" e dal 2008 siamo impegnati nel mantenere vivo il ricordo di quelle vittime innocenti affinché, anche nel loro nome, le condizioni di vita nell'area di Castel Volturno possano migliorare. Le condizioni di vita di tutti, immigrati e autoctoni: perché la camorra è una piaga che logora il nostro territorio senza distinzione di pelle o nazionalità. È una sfida che ci riguarda tutti, e che quindi ci chiama ad unirci per opporci e gridare il nostro "no!". Cinque anni fa infatti venne consumata sul litorale domitio una delle più violente e sanguinose stragi di camorra: un gruppo di 5 persone capeggiate dal boss Giuseppe Setola uccise un italiano, Antonio Celiento, e poi riversò su sette ghanesi innocenti oltre 125 proiettili di kalashnikov e mitragliatrici varie, uccidendone sei: Kwadwo Owusu Wiafe, Ibrahim Alhaji, Karim Yakubu (detto "Awanga"), Kuame Antwi Julius Francis, Justice Sonny Abu, e Eric Affun Yeboah. Solo uno sopravvisse, Joseph Ayimbora, che diverrà poi testimone chiave nel processo che consegnerà l'intero commando alla giustizia. La strage stessa, dunque, è la prova che la camorra, sfortunatamente, ci unisce.
Ma come quella strage è riuscita a unire il nostro sangue, è importante che unisca anche i nostri destini.Per questo anche quest'anno si terrà una giornata di commemorazione di fronte della ex sartoria africana "Ob Exotic Fashion", continuando così un percorso che negli anni ha coinvolto cittadini, immigrati, studenti, associazioni ed istituzioni locali e nazionali, verso la costituzione di una "giornata della memoria".
Rendere il 18 settembre una "giornata della memoria" vuol dire molto. Vuol dire:1.Ricordare a noi stessi che la camorra, nonostante tutto, non può vincere sul nostro territorio.2.Rifiutare l'idea, spesso strumentalizzata e appositamente fomentata, che quello che ci divide sia più forte di quello che ci unisce.3.Gridare a tutto il mondo che Castel Volturno è molto più di quello che raccontano i giornalisti, sempre alla ricerca di scandali e divisioni. Castel Volturno è anche ricordo, solidarietà e soprattutto voglia di lottare insieme. 4.Educare noi stessi e i nostri giovani al fatto che una Castel Volturno senza memoria è una Castel Volturno senza futuro.5.Educare noi stessi a gridare insieme, italiani e stranieri, ogni singolo giorno -in ricordo di quel 18 settembre- il nostro "No!" alla camorra. Perché il silenzio uccide, mentre l'opporsi a ciò che ci opprime ci rende liberi.

Negli anni, in occasione dell'anniversario della strage, si è organizzato molto: sono venuti molti cittadini, associazioni, rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali, magistrati? Si è commemorato, ricordato, addirittura tenuto lezioni sulla camorra a classi delle scuole superiori. Ma non basta. È importante che il 18 settembre divenga piano piano una "giornata della memoria", una data fondamentale per la cittadinanza di Castel Volturno. È importante organizzare eventi, ma soprattutto creare percorsi di collaborazione ed educazione, proprio a partire dalle scuole. Basta poco, e può dare molto.
Quest'anno l'appuntamento è alle 9:00, sempre di fronte alla luogo della strage, per la commemorazione che indirà questa GIORNATA DELLA MEMORIA. Si terrà inoltre, per il secondo anno consecutivo, una lezione su "camorra e legalità" di fronte agli studenti di scuola superiore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento