Venerdì, 14 Maggio 2021
Cultura

A Casagiove e Castel Morrone di scena i Flash Note: la musica trionfa sul filo della tradizione

Caserta - È stata un'accoglienza calorosa quella riservata oggi ai "FLASH NOTE" itineranti, che a Casagiove e Castel Morrone hanno intrattenuto e incuriosito il pubblico delle piazze con melodie ispirate alla tradizione popolare e riproposte con...

073934_Filo_CASAGIOVE

È stata un'accoglienza calorosa quella riservata oggi ai "FLASH NOTE" itineranti, che a Casagiove e Castel Morrone hanno intrattenuto e incuriosito il pubblico delle piazze con melodie ispirate alla tradizione popolare e riproposte con originalità tra radici e ricerca.
Al centro della musica un ensemble sui generis, diretto dal musicista Donato Tartaglione, che con il suo inconfondibile contrabbasso (diventato rosso in omaggio al colore del "filo" della Rassegna) ha animato le due piazze protagoniste della giornata con il ritmo e l'energia di sette elementi, tutti provenienti da gruppi musicali casertani: Rossella Scialla e Domenico Vastano voci e percussioni, Carmine Scialla ai plettri, Ubaldo Tartaglione alla chitarra e Alessandro de Carolis ai fiati, accompagnati dalle danzatrici Agnese Tamburrini e Paola Napoli. Il gruppo ha alternato canti e balli, interpretando tarantelle e tammurriate, tra gli applausi dei presenti e sotto gli occhi del Direttore Artistico della Rassegna, Rosalba Vestini.
Alle 12.00, in Piazza degli Eroi a Casagiove, gli spettatori hanno assistito ad un appassionato "passo a due", in cui lo scambio di fazzoletti (nero quello di lui e rosso quello di lei) ha suggellato una danza coinvolgente. "L'Amministrazione Comunale è da sempre molto attenta elle iniziative culturali, che favoriscono il benessere dei cittadini" ha commentato il Sindaco di Casagiove, Elpidio Russo "IL FILO RITROVATO va in questa direzione: sensibilizza l'opinione pubblica sul tema della bellezza e diffonde la conoscenza delle ricchezze nei dintorni di Caserta".
Alle 17.00, poi, è stata la volta di Castel Morrone, dove il pubblico di Via Taverna ha festeggiato l'arrivo dell'ensemble con grande partecipazione, apprezzando soprattutto la scelta del gruppo musicale di usare le nacchere come strumento di richiamo ed interazione. "Sono molto soddisfatto della rete che unisce, nel nome della musica e della cultura, i comuni dell'hinterland casertano" ha dichiarato il Sindaco di Castel Morrone, Pietro Riello "e che la Città di Caserta abbia inteso valorizzare con un progetto così importante anche la nostra piccola comunità. IL FILO RITROVATO va senza dubbio nel segno della crescita condivisa di un territorio comune".

Ad assistere ai due eventi, visibilmente contento, l'Assessore al Turismo, Spettacolo e Grandi Eventi di Caserta, Pasquale Napoletano. "Coinvolgere i Comuni vicini alla Città significa moltiplicare il senso di un'iniziativa e allargare i confini della cultura. Si parli sempre di più di un territorio unito, capace di ritrovare le radici comuni e farne, partendo dalla Città in prima fila, lo spunto migliore per un futuro illuminato".
Solo il secondo atto di un cartellone ricchissimo, che come prossimo appuntamento de IL FILO RITROVATO venerdì 9 maggio, alle ore 20.00, nel Cortile dei Serici del Belvedere di San Leucio, vedrà esibirsi il pianista franco - svizzero CÉDRIC PESCIA ed il suo attesissimo "concerto omaggio" a Ludwig Van Beethoven.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Casagiove e Castel Morrone di scena i Flash Note: la musica trionfa sul filo della tradizione

CasertaNews è in caricamento