menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
073802_convegno_iarrobino-russo

073802_convegno_iarrobino-russo

Convegno 'Antonio Marino, Guardia di Ps vittima del dovere'

Caserta - "Il nostro grazie, unito al sentimento della più viva riconoscenza, va al presidente del consiglio comunale di Caserta, Gianfausto Iarrobino e alla comunità del comitato Borgo antico di Puccianiello, per aver reso onore alla memoria di...

"Il nostro grazie, unito al sentimento della più viva riconoscenza, va al presidente del consiglio comunale di Caserta, Gianfausto Iarrobino e alla comunità del comitato Borgo antico di Puccianiello, per aver reso onore alla memoria di nostro fratello Antonio Marino. Riconoscenza perenne anche alla Questura di Caserta, che non ci ha mai lasciate sole nel nostro dolore": archiviata la profonda commozione, che ha avvolto le signore Rosa, Maria e Bruna Marino, sorelle di Antonio, Guardia di P.S. ucciso in quel famoso 'giovedì nero' il 12 aprile del 1973 a Milano, ripercorrono i momenti del convegno di giovedì scorso, organizzato dal presidente del consiglio, Iarrobino, in occasione dei 40 anni della morte del poliziotto e tenutosi presso la Villetta Mazzarella di Puccianiello. A fare gli onori di casa Gianfausto Iarrobino, che ha omaggiato la memoria di Antonio Marino e di tutti i caduti delle forze dell'ordine attivando una serie di momenti che hanno commosso la platea numerosa dei presenti. All'alzabandiera, eseguita dall'Anpi, sono seguite le note del 'Silenzio' eseguite da due militari della Brigata Garibaldi. Diverse le autorità presenti all'evento, ed in particolare i consiglieri comunali Luigi Cobianchi, Pasquale Napoletano, Pasquale Antonucci, Antonio De Crescenzo, Carlo Marino, l'assessore provinciale Pietro Riello, il comandante dei vigili urbani Alberto Negro. Relatori il magistrato Lello Magi, il capo della divisione Anticrimine della Questura di Caserta Pio Russo, don Stefano Giaquinto, lo scrittore Raffaele Sardo, Rossella Calabritto per Libera. Ha tolto il fiato il video (realizzato da Anna Delli Paoli) trasmesso su due monitor in cui si racchiudevano le immagini della tragedia e alcuni frame della vita del 22enne di Puccianiello. Poi la testimonianza dal vivo resa dalle signore Marino che hanno raccontato di quel giovane partito giovanissimo per servire la Patria e del suo animo nobile. Antonio Marino, insignito della medaglia al merito civile, perse la vita per salvare quella di un collega. "Nonostante siano trascorsi 40anni dalla sua morte - commentano Rosa, Maria e Bruna - il ricordo di Tonino è sempre vivo in noi e nella comunità. Grazie al presidente Iarrobino la sua memoria è stata onorata e siamo certi che così sarà anche negli anni a seguire affinchè il suo sacrificio non cada nel vuoto. Abbiamo sentito intorno tutto il calore della gente durante il convegno commemorativo e non abbiamo parole per ringraziare anche tutti gli esponenti del comitato del Borgo Antico di Puccianiello che, insieme al presidente del consiglio, si sono spesi tanto per la realizzazione di questo momento. Ancora e non ultimo, un ringraziamento vada alla Questura di Caserta, nelle persone del questore e dei vari funzionari, che non ci hanno mai fatto mancare la loro vicinanza e solidarietà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento