Cultura

Prima lezione della Classical Music Performance Summer School di SETTEMBREalBORGO42

Caserta - È stata una Chiesa dell'Annunziata gremita quella che ieri mattina, alle 11.00, a Casertavecchia, ha accolto la prima lezione della "Classical Music Performance Summer School" di "SETTEMBREalBORGO42", il Festival Internazionale di Musica...

073427_SUMMER_SCHOOL

È stata una Chiesa dell'Annunziata gremita quella che ieri mattina, alle 11.00, a Casertavecchia, ha accolto la prima lezione della "Classical Music Performance Summer School" di "SETTEMBREalBORGO42", il Festival Internazionale di Musica e Dintorni, organizzato dalla Provincia di Caserta con il contributo della Regione Campania e la partnership della Camera di Commercio di Caserta.

"L'impressione a pelle è stata eccellente: c'è un clima di grande festa ed entusiasmo" - ha dichiarato il pianista iraniano, tra i maggiori interpreti bachiani al mondo - "Stiamo gettando le basi per formare i musicisti del domani, condividendo la bellezza della Musica con la m maiuscola". "Il Maestro Bahrami ha una competenza straordinaria, ma anche la capacità eclettica di coinvolgere gli allievi con la sua proprietà di linguaggio" - ha spiegato Filomena Piccolo, pianista e direttore d'orchestra, nei panni di tutor della classe - "Anche i genitori dei ragazzi, che hanno accompagnato i figli a questa prima lezione, sono rimasti affascinati".
Elettrizzati i giovani talenti, che hanno seguito la masterclass con attenzione e partecipazione. Marco, 18 anni, ha detto: "È un'esperienza di altissimo livello: il Maestro è severo, ma ci dà indicazioni per migliorare ed io sono certo che qui imparerò cose nuove". Andrea, 18 anni tra pochi giorni, ha aggiunto: "Siamo già entrati nell'ottica del lavoro in pochissime ore: il Maestro ci fa capire con schiettezza dove sbagliamo e, in poco tempo, abbiamo già verificato un miglioramento". "Un'atmosfera familiare e accogliente, come non l'avevamo mai trovata" - rilancia un genitore, conquistato dalla magia del Borgo - "Gli abitanti di Casertavecchia hanno letteralmente consegnato le chiavi di casa ai nostri figli, coprendoli di coccole e leccornie".Anche il Priore Pietro Toscano dell'Arciconfraternita di Casertavecchia è apparso felice di aver aperto ai giovani pianisti le porte della Chiesa dell'Annunziata: "Ho salutato i ragazzi a nome di tutti gli abitanti del Borgo e delle associazioni che lavorano da anni sul territorio. La 'Summer School' è veramente un'idea che potrebbe fare la differenza e durare anche per più mesi: per Casertavecchia sarebbe una svolta vera". Accademia di formazione che ha accolto i ragazzi in un abbraccio molto suggestivo : la Chiesa dell'Annunziata si è trasformata, per l'occasione, in una pinacoteca fatta di grandi immagini dedicate ai mostri sacri della musica classica : "Cercavamo un segno contemporaneo e familiare, molto visivo e colorato" - ha commentato Alberto Grant, autore dei sette ritratti - "ed abbiamo optato per una raffigurazione calda e avvolgente. Tanto che abbiamo voluto chiamare i sette artisti (Mozart, Beethoven, Haydn, Chopin, Handel, Schubert, Bach) per nome, come fossero amici di sempre, da riscoprire e rileggere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima lezione della Classical Music Performance Summer School di SETTEMBREalBORGO42

CasertaNews è in caricamento