menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
073207_Quatour_Terpsycordes

073207_Quatour_Terpsycordes

A San Leucio il Quatour Terpsycordes: contaminazioni musicali da Ginevra al Forum delle Culture

Caserta - C'è musica e musica. Musica per l'anima, musica per sognare, musica per cantare, musica da ascoltare quando si è felici, tristi, musica per comunicare le emozioni. Musica per amare. E c'è la musica contemporanea, quella che ascoltiamo in...

C'è musica e musica. Musica per l'anima, musica per sognare, musica per cantare, musica da ascoltare quando si è felici, tristi, musica per comunicare le emozioni. Musica per amare. E c'è la musica contemporanea, quella che ascoltiamo in radio tutti i giorni, e la musica inveterata, quella storica, quella che non si smetterà mai di ascoltare.
Accanto alla musica c'è l'esecutore, le sue passioni, la sua vita e la sua capacità di comunicare le emozioni del pentagramma in modo unico ed inimitabile. E nel panorama dei nuovi importanti interpreti della musica classica europea si distingue, senza troppo rumore, ma con grande capacità - e «senza direttore d'orchestra, per cortesia», così come piaceva ad Igor' Stravinskij - il Quatour Terpsycordes, quartetto d'archi caleidoscopico sia per repertorio che per personalità.

Ospite lunedì 14 luglio, alle ore 20.30, dell'eccezionale cornice del Belvedere di San Leucio - nell'ambito de «La contaminazione felice», offerta collettiva di sensazioni, emozioni e stati dell'animo d'arte diretta da Patrizio Ranieri Ciu nell'ambito del Forum Universale delle Culture - il quartetto italo-bulgaro-svizzero, fondato a Ginevra nel 1997, incanterà gli ascoltatori con il suo «Tournèe», già premiato dal pubblico in numerosi teatri europei e dalla critica in numerosi concorsi internazionali.
I violini di Girolamo Bottiglieri e Raya Raytcheva, la viola di Caroline Cohen-Adad ed il violoncello di François Grin guideranno gli ascoltatori in un eclettico percorso interpretativo tra le musiche di Wolfgang Amadeus Mozart, Dmitrij ?ostakovič e Franz Schubert. Un appuntamento unico nel suo genere per originalità, esempio sui generis di contaminazione tra antico e moderno, tra individualità interpretativa ed universalità del linguaggio musicale.L'ingresso è libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento