Martedì, 18 Maggio 2021
Cultura

Un 'Parco dello Spazio' a Caserta sui modelli di Tolosa e Orlando

Caserta - Un Parco tematico sui modelli di successo della "Cité de l'Espace di Tolsa" e del "Kennedy Space Center Visitor Complex di Orlando". Il primo in 15 anni di storia, dal 1997 al 2012, ha accolto oltre quattro milioni di visitatori tra...

073042_AMPLIAMENTO_COMITATO

Un Parco tematico sui modelli di successo della "Cité de l'Espace di Tolsa" e del "Kennedy Space Center Visitor Complex di Orlando". Il primo in 15 anni di storia, dal 1997 al 2012, ha accolto oltre quattro milioni di visitatori tra studenti, residenti, turisti e uomini d'affari mentre il secondo ospita, ogni anno, circa 1,5 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo.
E' su questi modelli che opera il Comitato Promotore del Parco dello Spazio che oggi si arricchisce del contributo di nuovi e significativi partner che vanno ad aggiungersi alla forte rete già costituita dai Soci del DAC: Istituto Nazionale di Astrofisica(INAF), Telespazio, Planetario di Caserta e Associazione Italiana per gli Studi sullo Sviluppo Locale (AISLo ).
Uno dei più grandi Parchi urbani al mondo, di pubblico interesse, con spazi verdi a disposizione della città, dedicato al settore aerospaziale e alla diffusione della cultura scientifica, con installazioni "leggere" e che contribuirà all'economia del territorio.
La formalizzazione della firma per l'ampliamento del Comitato Promotore è avvenuta, oggi, nella sede legale dell'ATS "Planetario di Caserta" - ITS Buonarroti in viale Michelangelo 1, a Caserta. Per l'Istituto Nazionale di Astrofisica era presente il presidente, prof. Giovanni F. Bignami, per Telespazio il responsabile Ricerca Finanziata, dott. Giuseppe Mitola, per l'ATS - Planetario di Caserta, il Responsabile Legale, prof.ssa Antonia Di Pippo, per AISLo, il presidente, dott. Stefano Mollica. "Il Parco dell'Aerospazio - afferma il Presidente del Distretto Aerospaziale della Campania, Luigi Carrino - non solo si farà garante di mantenere la destinazione d'interesse pubblico e verde dell'area Macrico, ma potrà anche generare un'economia solida e sana, basata sul diritto democratico di una cultura diffusa e non ristretta a pochi e innescare meccanismi positivi di creazione di occupazione vera e stabile per tanti giovani casertani e campani".
«Il tentativo è di realizzare una virtuosa fusione tra l'esigenza di tutelare la destinazione del MACRICO, creando al contempo, in quell'area, uno dei più grandi Parchi Urbani al mondo con all'interno spazi di diffusione della cultura scientifica, e di dare anche un contributo, che potrebbe essere decisivo, alla ripartenza dell'economia del territorio", ha proseguito Carrino.
"Il potenziale di attrazione di flussi turistici derivante dall'effetto combinato della Reggia (la storia e la cultura del passato) e del Parco dell'Aerospazio (la scienza e la tecnologia del futuro), in equilibrio ai due lati della città e con il Corso Trieste a unirli è davvero elevato e rappresenta un'occasione forse unica e ultima per Caserta".
"I dati relativi alle altre realtà simili in Europa e nel mondo sono più che confortanti e dimostrano la capacità di attrarre stabilmente numeri altissimi di visitatori con tutte le positive conseguenze sul turismo, sul commercio, sull'economia in generale che si possono immaginare", ha concluso il Presidente del Distretto Aerospaziale della Campania, Luigi Carrino.
Per sostenere tale progetto, il DAC e Confindustria Caserta hanno costituito il Comitato Promotore del Parco dell'Aerospazio, che si avvale di un gruppo di esperti divulgatori scientifici, urbanisti ed economisti per la proposta di un progetto completo e articolato, ben inserito nell'idea di Caserta futura e che sia un'occasione di crescita sostenibile e compatibile della città. "La divulgazione scientifica - ha detto il Presidente dell'INAF, Giovanni Bignami, è uno dei mandati istituzionali che ha il nostro Ente, in particolare verso i ragazzi in età scolare. Ben vengano quindi tutte quelle iniziative che favoriscono un corretto approccio alla scienza ed alla cultura in generale. Ed è con tale spirito che abbiamo deciso di sostenere questa meritevole iniziativa."
Per Antonia Di Pippo, rappresentate legale del Planetario di Caserta ,- " l'idea del Parco dello Spazio permetterebbe di recuperare una zona oggetto di sogno da parte dei casertani da lunghissimi anni. Il progetto si sta concretizzando grazie all'adesione di competenze scientifiche di elevato profilo e competenze specializzate. L'impegno che profondiamo per la realizzazione del Parco è dedicato ai giovani e ad un sogno nel cassetto".
"E' un progetto che abbracciamo in pieno", ha detto il Presidente di Confindustria Caserta Luciano Morelli. "Lo presentammo a Squinzi nell'estate scorsa. Dall'idea stiamo passando ad una progettazione più avanzata. Sono veramente orgoglioso che istituzioni come INAF, Telespazio, AISLo e Planetario di Caserta entrino nel Comitato Promotore portando elementi concreti alla costruzione del Progetto che sicuramente darà anche soddisfazioni sotto il profilo dell'occupazione" .

Per Giuseppe Mitola, Responsabile ricerca finanziata di Telespazio - "si tratta di un progetto che parte dai sogni e che può realizzare elementi tangibili per generare nuova conoscenza e sviluppo. Telespazio darà il massimo apporto sia in termini industriali che in termini di competenze. Partecipiamo con vivo entusiasmo a questo progetto perché ci crediamo e ringraziamo Luigi Carrino per averci coinvolto.
"Abbiamo un patrimonio enorme di competenze che non si mette in rete", ha detto Stefano Mollica, Presidente dell'AISLo . " Si tratta di un patrimonio che può diventare sviluppo ed economia attraverso la cultura. Questo progetto può diventare un Parco dell'Aerospazio sul modello di Tolosa che può fare anche di più, proprio mettendo insieme ricchezze e competenze diverse Per noi il Parco dello Spazio è un progetto straordinario che ci impegniamo pienamente a sostenere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un 'Parco dello Spazio' a Caserta sui modelli di Tolosa e Orlando

CasertaNews è in caricamento