Venerdì, 14 Maggio 2021
Cultura

Crollo Reggia di Caserta, ripristino in tempi record del manto di copertura. Del Gaudio: 'Aeronautica deve restare nel Palazzo'

Caserta - Nel pomeriggio di ieri 9 maggio è stato dato inizio ai lavori di somma urgenza nella zona interessata dal crollo del manto di tegole, causato dal cedimento di una trave in legno, nella porzione di tetto ubicata nell'angolo sud-ovest del...

072855_tegole_lavori_reggia

Nel pomeriggio di ieri 9 maggio è stato dato inizio ai lavori di somma urgenza nella zona interessata dal crollo del manto di tegole, causato dal cedimento di una trave in legno, nella porzione di tetto ubicata nell'angolo sud-ovest del quarto cortile del Palazzo Reale di Caserta.Gli interventi di prima necessità attualmente in corso riguardano la rimozione del materiale, l'installazione di una copertura provvisoria e la messa in sicurezza dell'area.
"Ancora una volta, in modo a mio giudizio preoccupante, da parte di taluni si mette in discussione il ruolo dell'Aeronautica Militare nella Reggia di Caserta e nella città. Allora, ancora una volta voglio essere chiaro e definitivo: nessuno si permetta neanche di pensare di spostare l'Aeronautica Militare dalla città di Caserta e dalla Reggia". Lo dichiara il sindaco Pio Del Gaudio.
"L'Aeronautica Militare e con essa l'Esercito e tutte le Forze Armate - prosegue - rappresentano per il nostro territorio e per Caserta ce un valore aggiunto. La città di Caserta ne è consapevole ed è cresciuta culturalmente e moralmente con sentimenti di gratitudine e affetto nei confronti dell'Arma Azzurra e delle Forze Armate tutte.Nessuna speculazione a livello romano può essere consentita approfittando delle evidenti negligenze del ministero dei beni culturali. Non è corretto, con comunicati o frasi sibilline attribuire colpe a chi per rispetto delle istituzioni tutte e per il dovere imposto dalla divisa non può rispondere.
Lo faccio io. Caserta ama l'Aeronautica, i suoi rappresentanti, l'Esercito e i soldati che con le loro divise da sempre rendono vive le nostre strade e contribuiscono a "reggere" la nostra economia. Tutti i casertani sanno che la Reggia è manutenuta per due terzi dall'Arma Azzurra con costi pari a un decimo rispetto ai vecchi e copiosi budget del ministero dei beni culturali".

"Ci si rimbocchi le maniche tutti: ministero e amministrazioni pubbliche ma si lascino stare e si evitino i facili e demagogici ragionamenti indirizzati a usurpare luoghi senza un progetto e per volontà di "okkupazioni" di spazi pubblici patrimonio del mondo", afferma il sindaco.
"Confido nel senso di responsabilità dell'ottimo sovrintendente Vona e nel senso del dovere del ministro Franceschini - conclude il sindaco - . Si affrontino le questioni relative alla Reggia guardando avanti e non mettendo in discussione valori colori, principi e significati che appartengono alla storia di Caserta, Città orgogliosamente Militare che spera di diventare Città di accoglienza turistica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo Reggia di Caserta, ripristino in tempi record del manto di copertura. Del Gaudio: 'Aeronautica deve restare nel Palazzo'

CasertaNews è in caricamento