menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
214937_reggia_caserta_ftv

214937_reggia_caserta_ftv

Federculture: Reggia Caserta 531 mila visitatori l'anno, 5 mln a Versailles

Caserta - Se la Reggia di Caserta in un anno ha totalizzato 531 mila visitatori, la Reggia di Versailles è stata visitata da 5 milioni di turisti. Il dato è stato reso noto oggi dal presidente di Federculture, Roberto Grossi, nel corso del...

Se la Reggia di Caserta in un anno ha totalizzato 531 mila visitatori, la Reggia di Versailles è stata visitata da 5 milioni di turisti. Il dato è stato reso noto oggi dal presidente di Federculture, Roberto Grossi, nel corso del convegno "Cultura e turismo", a Roma.
I siti culturali statali del sud nel 2012 hanno attratto 7,4 milioni di visitatori e incassato 28 milioni di euro di introiti lordi. Ma il 43% dei visitatori e il 75% degli incassi è rappresentato da Pompei, Ercolano e dalla Reggia di Caserta. In Sicilia, su 115 siti culturali, solo 11 hanno un proprio sito web e appena 5 di questi sono anche in inglese.
Dei 4.588 musei e istituti similari italiani - sono sempre dati Federculture - 1.571 (circa uno su tre) non hanno personale e 903 hanno un solo addetto. Dei 420 istituti statali, ben 125 hanno meno di 5 mila visitatori l'anno. Per Grossi, "in un Paese come l'Italia, ricco di storia, paesaggi ed enogastronomia, bisogna puntare su progetti che mettano in rete l'esistente". I visitatori dei beni archeologici inseriti all'interno di circuiti dal 2001 al 2012 sono cresciuti del 158,7%.

Bisogna infine dare valore all'esperienza di visita: le Domus Romane di Palazzo Valentini a Roma sono al secondo posto tra le attrazioni che, secondo i turisti, rappresentano un'esperienza di eccellenza grazie a luci, video e istallazioni digitali molto più apprezzate dei grandi attrattori come Colosseo e Fori Romani.
Il Rapporto Annuale Federculture è la pubblicazione che fornisce una fotografia dettagliata della cultura nel nostro paese e rappresenta per questo la più importante fonte di analisi e aggiornamento sul settore dei beni e delle attività culturali.Ogni anno il volume, attraverso autorevoli saggi e contributi e grazie ad un ampio apparato di ricerche inedite, dati e indicatori, descrive l'andamento dei consumi culturali, le tendenze di domanda e offerta, le politiche e le strategie vincenti, ma anche gli ostacoli e le troppe inefficienze che frenano ancora il completo sviluppo del settore.Il Rapporto fornisce, pertanto, un quadro di riferimento ricco di elementi di informazione e valutazione, ed è un'interessante vetrina delle esperienze e dei progetti più innovativi e di successo. Uno strumento unico e concreto, prezioso per coloro che hanno voglia di fare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

AstraDay, prenotazioni ‘accavallate’: l’Asl cambia gli orari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento