menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
071707_FAUSTO_MESOLELLA

071707_FAUSTO_MESOLELLA

Al Cineclub Vittoria parte rassegna dedicata al documentario dautore

Casagiove - Il Cineclub Vittoria organizza e promuove un cartellone di eventi speciali per il mese di novembre e dicembre. Una kermesse dedicata al cinema d'autore con un occhio speciale rivolto al mondo del documentario. L'obiettivo è...

Il Cineclub Vittoria organizza e promuove un cartellone di eventi speciali per il mese di novembre e dicembre. Una kermesse dedicata al cinema d'autore con un occhio speciale rivolto al mondo del documentario. L'obiettivo è realizzare un centro culturale presso la storica sala di Casagiove. Uno spazio culturale libero per le associazioni e per gli operatori del settore. Una casa della cultura dove realizzare mostre fotografiche, laboratori, presentazioni di libri, eventi culturali, incontri e dibattiti. La nuova rassegna, Cineclub Vittoria Terra di Cinema, parte il 12/13 Novembre con Lo sconosciuto del lago, il film di Alain Guiraudie che si è aggiudicato il premio per la Miglior regia a Cannes 2013. Il 19 e 20 Novembre spazio al documentario, dopo il successo al Torino Film Festival, arriva nella sala di Casagiove Noi no siamo come James Bond, un road movie documentario che affronta la corruttibilità della materia contro l'inalterabilità di un sogno. Il documentario di Mario Balsamo racconta il viaggio di due amici, che consapevoli della loro inadeguatezza, e di non essere come James Bond, partono per la Scozia alla ricerca di Sean Connery. Il 26 e 27 Novembre il viaggio nel mondo del documentario continua con il film di Pascal Plisson , Vado a scuola, che racconta con efficacia la dura realtà quotidiana di quattro bambini che hanno il desiderio di imparare. Dalla savana del Kenia ai sentieri che solcano la catena dell'Atlante in Marocco; dall'altopiano della Patagonia al calore dell'India meridionale seguiamo Jackson, Zahira, Carlito e Samuel , quattro bambini con il desiderio di imparare. Per soddisfare questo desiderio (e come milioni di loro coetanei nel mondo) affrontano, nella maggioranza dei casi quotidianamente, percorsi lunghissimi e spesso pericolosi. Ognuno di loro ha un sogno di emancipazione che nessun ostacolo può frenare Jackson 10 anni, percorre, mattina e sera con la sorellina, quindici chilometri in mezzo alla savana e agli animali selvaggi; Zahira 11 anni, che percorre una giornata di faticoso cammino per raggiungere la scuola in cui resterà per la settimana, con le sue due amiche. Samuel, 11 anni, ogni giorno viaggia in India per otto chilometri, anche se non ha l'uso delle gambe, spinto nella sua carrozzina dai due fratelli minori e Carlito, 11 anni, attraversa le pianure della Patagonia per oltre venticinque chilometri, portando con se la sua sorellina. Il 3 Dicembre sarà tempo di impegno sociale per la nostra terra. Il musicista Ferdinando Ghidelli porta al Cineclub un evento sulla Terra dei Fuochi. Campania For Life sarà un momento per dare spazio ai professori universitari che hanno progetti sperimentali per la bonifica dei territori avvelenati. Dopo il convegno seguirà uno spettacolo musicale e teatrale, con la partecipazione straordinaria di FAUSTO MESOLELLA. La serata è a ingresso libero.

Il 4 Dicembre, riprende il viaggio nel mondo del documentario con un'anteprima in Campania, Fedele alla linea. Il documentario di Germano Maccioni ripercorre l'arco esistenziale di Giovanni Lindo Ferretti, attraverso il successo, la malattia e lo sgretolarsi di un'ideologia. È un vero e proprio Film-dialogo con Giovanni Lindo Ferretti, cantautore e scrittore, anima delle band di culto CCCP Fedeli alla linea, C.S.I. e PGR. Alla boa dei sessant'anni, il controverso artista emiliano si concede alla discreta macchina da presa di Germano Maccioni, consegnando il quadro intimo-personale quanto artistico del proprio cammino: dall'infanzia alla vocazione musicale, dall'ideologia politica alla ritrovata fede nella religione cattolica durante la maturità.
Il film di Maccioni chiuderà la rassegna Terra di Cinema 2013, e si pone come evento inaugurale con cui il Cineclub Vittoria aspira a diventare una casa per il mondo culturale casertano, spalancando le proprie porte a tutte le associazioni e gli artisti del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

AstraDay, prenotazioni ‘accavallate’: l’Asl cambia gli orari

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragico incidente sull'Appia: identificata la vittima

  • Cronaca

    "Amianto interrato", sequestrato complesso residenziale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento