Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cultura

In scena 'Sputa la gomma! - Il teatro va a scuola' al Teatro Elicantropo

Napoli - E' ispirato ad una vicenda realmente accaduta Sputa la gomma! - il teatro va a scuola, lo spettacolo scritto ed interpretato da Pierpaolo Palladino, che sarà in scena da venerdì 28 marzo 2014 alle ore 21.00 (repliche fino a domenica 30)...

071328_sputagomma

E' ispirato ad una vicenda realmente accaduta Sputa la gomma! - il teatro va a scuola, lo spettacolo scritto ed interpretato da Pierpaolo Palladino, che sarà in scena da venerdì 28 marzo 2014 alle ore 21.00 (repliche fino a domenica 30) al Teatro Elicantropo di Napoli, per la regia di Manfredi Rutelli e le musiche di Pino Cangialosi.
Presentato da Racconti Teatrali, Sputa la gomma! coniuga l'intento civile di portare all'attenzione del pubblico realtà purtroppo ancora ai margini, con l'ironia e l'autoironia che smorza in una risata l'affanno del vivereAmbientata in una scuola media di una qualsiasi periferia urbana italiana, la storia è quella di un attore "precario" che, per sbarcare il lunario, accetta di condurre un laboratorio in quell'istituto scolastico, mentre gli altri componenti della sua compagnia sono impegnati nelle riprese di una fiction televisiva.
Ne esce una realtà articolata, densa di emozioni e tendente alla denuncia di una scuola incapace di fronteggiare condizioni esistenziali difficili, e portata a replicare al suo interno gli abituali processi di emarginazione sociale. Contro questi processi si pone l'attore Lorenzo, utilizzando gli strumenti del teatro e riconfermandolo "strumento" per eccellenza di comunicazione tra essere umani.
Da solo in scena, Palladino mette in campo tutte le sue capacità istrioniche, dando voce al narratore Lorenzo e moltiplicandolo in una serie di altri personaggi: dai ragazzini, con tutti i loro vizi e le loro debolezze, alla preside burocratizzata, dai bidelli scorbutici ai professori, che osteggiano questo novello insegnante di teatro.Pochi elementi scenografici avvolgono l'azione. Oltre la "classica" sedia del narratore, lo scheletro di una lavagna, che troneggia al centro della scena e funge anche da appendiabiti, e due cestini di plastica funzionali al titolo della pièce.

Quel Sputa la gomma! pronunciato dal professore di teatro fin dal primo contatto con gli aspiranti giovanissimi attori, ragazzini di dodici anni incapaci di immaginare un mondo diverso da quello che sono costretti a vivere nelle loro "difficili" famiglie.Dal suo spavento iniziale, dovuto a tanta diversa umanità, Lorenzo sviluppa un modo di comunicare con i ragazzi, crea delle aperture nelle loro piccole coscienze in via di formazione, e sono proprio i momenti di allentamento delle auto protezioni dei giovani a generare zone di particolare emozione.
Da una parte le insicurezze "dell'esperto" e dall'altra le realtà sociali della scuola: la diffidenza degli insegnanti e il timore degli allievi a mostrarsi e mettersi in gioco, nella continua ricerca di un linguaggio comune tra l'adulto e ciascun ragazzo, con l'unica scommessa che è quella del teatro e delle sue necessità da trovare di volta in volta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In scena 'Sputa la gomma! - Il teatro va a scuola' al Teatro Elicantropo

CasertaNews è in caricamento