menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Demetrio e Polibio' al Teatrino di Corte

Napoli - Mercoledì 29 maggio alle ore 20.30, per la Stagione d'Opera 2012-13, il Teatro di San Carlo presenta al Teatrino di Corte di Palazzo Reale, per il "Progetto Napoli – Regione Campania", la mise en scene del primo titolo di Gioachino...

Mercoledì 29 maggio alle ore 20.30, per la Stagione d'Opera 2012-13, il Teatro di San Carlo presenta al Teatrino di Corte di Palazzo Reale, per il "Progetto Napoli - Regione Campania", la mise en scene del primo titolo di Gioachino Rossini, composto dal pesarese a soli quattordici anni nel 1806, "Demetrio e Polibio", rappresentato a Napoli in una sola occasione nel 1838. Produzione del Rossini Opera Festival di Pesaro, l'allestimento è firmato da uno dei talenti creativi più affermati della sua generazione, Davide Livermore. Il regista propone una lettura moderna ed innovativa del titolo, rinunciando all'ambientazione tradizionale tra palazzi reali e coorti militari. L'azione è spostata nella prospettiva rovesciata del "dietro le quinte" alle cui spalle c'è la platea di un teatro nel quale è appena terminata una recita. Dopo che maestranze e tecnici hanno smontato la scena, nello spazio "vuoto e silenzioso" del retroplaco compaiono le anime-fantasma della famiglia Mombelli che ogni notte giocano a far rivivere "Demetrio e Polibio", titolo a loro dedicato e nella realtà caduto, per lungo tempo, nell'oblio. La regia è ripresa a Napoli da Alessandra Premoli. Scene e costumi sono degli allievi dell'Accademia delle Belle Arti di Urbino, il progetto luci di Nicolas Bovey e gli effetti speciali del mago Alexander. La direzione di Orchestra e Coro -quest'ultimo preparato da Salvatore Caputo- è affidata a Alessandro De Marchi, specialista del repertorio settecentesco e direttore artistico del Festival di Musica Antica di Innsbruck, e 'bacchetta' che ha inaugurato la stagione 2010-11 del San Carlo con "Pergolesi in Olimpiade" di Roberto De Simone. "Demetrio e Polibio" segna il ritorno sulle scene napoletane del soprano australiano Jessica Pratt, applaudita la scorsa stagione nella "Lucia di Lammermoor" di Donizetti proposta dal San Carlo. La Pratt sarà Lisinga nelle recite del 31 maggio, 1, 4 e 5 giugno. Il 7, il ruolo sarà ricoperto da Lyubov Petrova. Gli altri interpreti sono il tenore Yijie Shi nel ruolo Demetrio-Eumene, Dario Russo in Polibio, Viktoria Yarovaya in Demetrio-Siveno. Dramma serio in due atti su libretto di Vincenzina Viganò Mombelli, "Demetrio e Polibio" fu messo in scena per la prima volta al Teatro Valle di Roma nel 1812. La trama ruota intorno alla vicenda di Demetrio, figlio di Demetrio re di Siria, strappato alla famiglia in tenera età e affidato, con la falsa identità di Siveno, alle cure di Polibio, re dei Parti. Al momento delle nozze con Lisinga, figlia di Polibio, Demetrio-Siveno sarà ritrovato dal padre, giunto a corte sotto le mentite spoglie di Eumene. Entrambi ignorano il loro legame, e soltanto nel finale avverrà il provvidenziale riconoscimento tra i due. Sei recite fino al 7 giugno. Biglietti: 40 euro (posto unico).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento