Cultura

Tutto esaurito per la serata in memoria di Massimo Troisi

Napoli - Per omaggiare Massimo Trosi nel ventennale della scomparsa Gianni Simioli e Francesco Emilio Borrelli della radiazza su Radio Marte con Mario Pelliccia e Vincenzo D'Aniello hanno organizzato il 4 giugno alle 20.30 al cinema Martos...

071346_massimo

Per omaggiare Massimo Trosi nel ventennale della scomparsa Gianni Simioli e Francesco Emilio Borrelli della radiazza su Radio Marte con Mario Pelliccia e Vincenzo D'Aniello hanno organizzato il 4 giugno alle 20.30 al cinema Martos Metropolitan di via Chiaia ,grazie all'imprenditore Francesco Caccavale, una proiezione ad ingresso gratuito di uno dei suoi film più amati dal pubblico, Non ci resta che piangere ( che uscì al conema 30 anni fa nel 1984) girato ed interpretato dallo stesso Massimo Troisi e Roberto Benigni. L'ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti. Per prenotarsi basta inviare una mail a troisialcinema@gmail.com ed è realizzato in media partener con Fanpage.Sono centinaia le persone che hanno annunciato l'adesione. Addirittura alcuni verranno da Roma o dalla Puglia per partecipare all'evento che già registra il tutto esaurito.

L'iniziativa napoletana sarà preceduta da un un ricordo collettivo di Troisi. Un happening con attori, musicisti e cittadini che potranno esibirsi o leggere e recitare spezzoni di film e di opere del noto artista nato a San Giorgio a Cremano. Inoltre saranno proiettate le scene eliminate nel montaggio del film Non ci resta che piangere ed una intervista ad Amanda Sandrelli che racconta il suo Troisi. E' previsto anche un flash mob di protesta per far chiudere la pagina fb che offende la memoria dell'attore.
"Ricordare Massimo - dichiarano Simioli e Borrelli - in questa data, è un atto dovuto. Per quanti lo amano, e hanno amato il suo lavoro, Massimo non se n'è mai andato anche se ci manca tantissimo. In questa occasione è stato anche organizzato un flash mob di protesta per la vergognosa e indecente pagina fb dedicata a Troisi che è piena di link porno e volgarità di ogni tipo che il creatore-gestore (o chi per loro) pubblica ogni giorno. Secondo molti, un modo per fare soldi con banner pubblicitari veicolando la passione dei tanti fan per il grande attore napoletano. Una vergogna inaudita alla quale, nonostante le migliaia segnalazioni, facebook non mette ancora fine. Nel ventennale della morte del grande attore e regista napoletano poi i link hard o estremi stanno vergognosamente aumentando. Per questo oltre al ricordo di Massimo abbiamo deciso di inscenare una protesta pubblica affinchè la pagina sia chiusa per sempre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto esaurito per la serata in memoria di Massimo Troisi

CasertaNews è in caricamento