menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
070143_andersson-_leone_doro_2014_venezia

070143_andersson-_leone_doro_2014_venezia

Alla Svezia il Leone d'Oro. Coppa Volpi ad Alba Rohrwacher e Adam Driver per Hungry Hearts

(Venezia) Il Leone d'oro del Festival del Cinema di Venezia è andato al film svedese "Un piccione su un ramo che riflette sull'esistenza" di Roy Andersson, mentre il Leone d'argento al Postino di Andrej Konchalovskij, il Gran Premio della Giuria a...

(Venezia) Il Leone d'oro del Festival del Cinema di Venezia è andato al film svedese "Un piccione su un ramo che riflette sull'esistenza" di Roy Andersson, mentre il Leone d'argento al Postino di Andrej Konchalovskij, il Gran Premio della Giuria a The look of silence di Joshua Oppenheimer. Ecco la sinossi del film svedese vincitore: "In un non precisato paesaggio occidentale, un venditore e un ritardato mentale intraprendono un viaggio. Un percorso fatto di incontri e situazioni inaspettate, che diventano strumento per offrire un punto di vista originale sulla società attuale, caratterizzata dalla supremazia della vanità. Il film è stato descritto dall'autore stesso come un mix di tre romanzi classici: Don Chisciotte di Cervantes, Uomini e topi di John Steinbeck e Delitto e castigo di Dostoevskij. È considerato l'ultimo di una trilogia insieme ai precedenti del regista Sånger från andra våningen (Songs from the Second Floor, 2000) e Du Levande (You, the Living, 2007).
Così il regista ha commentato il suo film: "En duva satt på en gren och funderade på tillvaron consiste in una serie di storie quotidiane e fuori del comune che ritraggono la nostra esistenza nella sua grandiosità e nella sua meschinità, nella bellezza e nella tragedia, nell'esagerazione e nella tristezza: in una prospettiva aerea, come raccontate da un uccello che rifletta sulla condizione umana. Il piccione è stupito dagli uomini: dalle loro attività, dalle follie, dall'orgoglio e dall'agitazione, cui cerca di dare un senso e che tenta di capire. Con la "Trilogia vivente", di cui En duva satt på en gren och funderade på tillvaron costituisce il terzo capitolo, miro a creare una tensione fra il banale e l'essenziale, fra il comico e il tragico, per illustrare la natura dialettica e dinamica dell'esistenza dando forma all'idea che l'umanità si stia potenzialmente dirigendo verso l'apocalisse, ma anche che il risultato finale è nelle nostre mani".
A l'Italia la doppia coppa Volpi per gli interpreti di Hungry Hearts di Saverio Costanzo, Alba Rohrwacher e Adam Driver. "Questo premio è soprattutto al film, perché lo abbiamo amato e siamo contenti se altri lo ameranno", dice emozionata Alba Rohrwacher, Coppa Volpi per Hungry Hearts di Saverio Costanzo. "L'abbiamo fatto in pochi e credendoci molto. Certo il personaggio che interpreto - ammette l'attrice, nel film una mamma ossessionata dal cibo buono e non animale - non è fatto per piacere ma spero che ponga il pubblico in una prospettiva che non sia solo di giudizio, perché non ci sono buoni e cattivi".La Giuria di Venezia 71, presieduta da Alexandre Desplat e composta da Joan Chen, Philip Gröning, Jessica Hausner, Jhumpa Lahiri, Sandy Powell, Tim Roth, Elia Suleiman e Carlo Verdone, dopo aver visionato tutti i 20 film in concorso, ha deciso di assegnare i seguenti premi: LEONE D'ORO per il miglior film a:EN DUVA SATT PÅ EN GREN OCH FUNDERADE PÅ TILLVARON(A PIGEON SAT ON A BRANCH REFLECTING ON EXISTENCE)di Roy Andersson (Svezia, Germania, Norvegia, Francia)
LEONE D'ARGENTO per la migliore regia a:Andrej Koncalovskijperil film BELYE NOCHI POCHTALONA ALEKSEYA TRYAPITSYNA(THE POSTMAN'S WHITE NIGHTS)(Russia)
GRAN PREMIO DELLA GIURIA a:THE LOOK OF SILENCE di Joshua Oppenheimer (Danimarca, Finlandia, Indonesia, Norvegia, Regno Unito)
COPPA VOLPIper la migliore interpretazione maschile a:Adam Drivernel film HUNGRY HEARTS di Saverio Costanzo (Italia)
COPPA VOLPIper la migliore interpretazione femminile a:Alba Rohrwachernel film HUNGRY HEARTS di Saverio Costanzo (Italia)
PREMIO MARCELLO MASTROIANNIa un giovane attore o attrice emergente a:Romain Paulnel film LE DERNIER COUP DE MARTEAU di Alix Delaporte (Francia)
PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:Rakhshan Banietemad e Farid Mostafaviper il film GHESSEHA (TALES) di Rakhshan Banietemad (Iran)
PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a:SIVAS di Kaan Müjdeci (Turchia, Germania)
LEONE DEL FUTURO - PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA"LUIGI DE LAURENTIIS"
La Giuria Leone del Futuro - Premio Venezia Opera Prima "Luigi De Laurentiis" della 71. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, presieduta da Alice Rohrwacher e composta da Lisandro Alonso, Ron Mann, Vivian Qu e Razvan Radulescu, assegna il:
LEONE DEL FUTURO - PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA (LUIGI DE LAURENTIIS) a:COURT di Chaitanya Tamhane (India)
ORIZZONTInonché un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis, che saranno suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore.
PREMI ORIZZONTILa Giuria Orizzonti della 71. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, presieduta da Ann Hui e composta da Moran Atias, Pernilla August, David Chase, Mahamat-Saleh Haroun, Roberto Minervini e Alin Tasçiyan dopo aver visionato i 29 film in concorso, assegna:
il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM a:COURT di Chaitanya Tamhane (India)
il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIA a:Naji Abu Nowarper THEEB (Giordania, Emirati Arabi Uniti, Qatar, Regno Unito)
il PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI a:BELLUSCONE. UNA STORIA SICILIANAdi Franco Maresco (Italia)
il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONEMASCHILE O FEMMINILE a:Emir Had?ihafizbegovicnel film TAKVA SU PRAVILA (THESE ARE THE RULES)di Ognjen Svilicic (Croazia, Francia, Serbia, Macedonia)
PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO a:MARYAM di Sidi Saleh (Indonesia)
il VENICE SHORT FILM NOMINATION FOR THE EUROPEAN FILM AWARDS 2014 a:PAT - LEHEM (DAILY BREAD) di Idan Hubel (Israele)
PREMI VENEZIA CLASSICIla Giuria presieduta da Giuliano Montaldo e composta da studenti di cinema provenienti da diverse Università italiane: 28 laureandi in Storia del Cinema, indicati dai docenti di 13 DAMS e della veneziana Ca' Foscari, ha deciso di assegnare i seguenti premi:
il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR DOCUMENTARIO SUL CINEMA a:ANIMATA RESISTENZA di Francesco Montagner e Alberto Girotto (Italia)
il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR FILM RESTAURATO a:UNA GIORNATA PARTICOLARE di Ettore Scola (1977, Italia, Canada)
LEONE D'ORO ALLA CARRIERA 2014 a:Thelma SchoonmakerFrederick Wiseman
JAEGER-LECOULTRE GLORY TO THE FILMMAKER AWARD 2014 a:James Franco

PERSOL TRIBUTE TO VISIONARY TALENT AWARD 2014 a:Frances McDormand
PREMIO L'ORÉAL PARIS PER IL CINEMA a:Valentina Corti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento