menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
070004_Bai_rin_Yan-Huo

070004_Bai_rin_Yan-Huo

Orso d'Oro a 'Bai rin Yan Huo' del cinese Diao Ynan

(Berlino) L'edizione 2014 della Berlinale si conclude con l'assegnazione dell'Orso d'Oro a Bai rin Yan Huo (Black coal, Thin ice) del cinese Diao Ynan. Gran premio speciale della giuria, il cosiddetto orso d'argento, è stato assegnato al film "The...

(Berlino) L'edizione 2014 della Berlinale si conclude con l'assegnazione dell'Orso d'Oro a Bai rin Yan Huo (Black coal, Thin ice) del cinese Diao Ynan. Gran premio speciale della giuria, il cosiddetto orso d'argento, è stato assegnato al film "The Grand Budapest Hotel" di Wes Anderson. L'orso d'argento alla migliore regia è andato invece a Richard Linklater per Boyhood.

Migliore attore Liao Fan, protagonista del film Orso d'oro. Migliore attrice la giapponese Haru Kuroki per Little House. Migliore sceneggiatura a Dietrich e Anna Brueggemann per Kreuzweg (Stations of the cross) di Dietrich Brueggemann. Premio al Film che apre nuove prospettive a Alan Resnais per Aimer, boire et chanter. Premio alla migliore opera prima a Geros del messicano Alonso Ruizpalacios.
Bai Ri Yan Huo è ambietanto nella Cina del Nord del 1999. In una piccola città viene fatta la macabra scoperta di diversi cadaveri. Un sanguinoso incidente durante il tentativo di catturare il presunto assassino lascia due poliziotti morti e un altro gravemente ferito. L'ufficiale superstite Zhang Zili è sospeso dal servizio, prende un lavoro come guardia di sicurezza in una fabbrica. Cinque anni più tardi, un'altra serie di misteriosi omicidi si verifica. Aiutato da un ex collega, Zhang decide di indagare sotto la propria iniziativa. Egli scopre che tutte le vittime erano collegate a Wu Zhizhen, una giovane donna che lavora in una tintoria. Fingendo di essere un cliente, Zhang comincia a osservare lei e si ritrova cadere in amore con il reticente Wu Zhizhen. Un freddo giorno d'inverno fa una scoperta terribile. La sua vita in pericolo, si rende conto che non è sempre possibile separare colpevolezza dall'innocenza. L'uso di Diao Yinan dei personaggi della ex poliziotto e la femme fatale è un riferimento diretto ai film polizieschi classici. Terzo lungometraggio di questo regista è un thriller noir in colori drenati che, pur scherzosamente alludendo al genere, ci invita anche nella vita di persone molto normali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento